BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ABOLIZIONE EQUITALIA/ Gli italiani ci guadagnano davvero?

Pubblicazione:

Lapresse  Lapresse

Non è una questione di colore politico dell'Esecutivo o di questo o quel Presidente del Consiglio: il vero problema è che da sempre chi ci governa dà con una mano e si riprende poi tutto - magari con gli interessi - con l'altra. Pensiamo e ribadiamo che questa è una profonda ingiustizia sociale, ormai radicata, che privilegia gli strati di potere più forti del nostro Paese; in Italia, checché se ne dica, non esiste più o non è mai esistita una seria politica fiscale, che intervenga nel sociale e che tuteli i cittadini, soprattutto quelli più deboli. È ora di smetterla di raschiare sempre il barile. È indispensabile che la partita tra Fisco e grandi evasori venga finalmente vinta dallo Stato; si calcola che i mancati introiti delle imposte dovute da molti "sconosciuti" al Fisco gravino pesantemente sugli onesti che pagano fino all'ultimo centesimo le tasse. 

Pensiamo inoltre che sino a quando non si risolverà il problema del costo della burocrazia non si contribuirà a sconfiggere la crisi economica interna del nostro Paese. Ci domandiamo: perché gli esuberi del lavoro privato sono drasticamente costretti al licenziamento o se va bene alla cassa integrazione, mentre i dipendenti pubblici vengono ricollocati, magari a "far niente" sino alla pensione? 

Concludendo non ci resta purtroppo che ispirarci alla parole di una famosa canzone di Bob Dylan, neo vincitore del premio Nobel per la letteratura; il ritornello dice: "The answer is blowin' in the wind". Noi speriamo invece in risposte certe e in conseguenti azioni da parte dello Stato che possano dare una nuova speranza alla nostra martoriata nazione.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.