BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA/ Così Renzi dà il via al "piano B" per la flessibilità

Pubblicazione:lunedì 3 ottobre 2016

Carlo Calenda (LaPresse) Carlo Calenda (LaPresse)

La seconda parte dell’intervista è una riproposizione della flessibilità renziana. La proposta è di non contabilizzare ai fini dei parametri Ue su rapporto tra indebitamento netto delle pubbliche amministrazioni e Pil, le tax expenditures (13 miliardi di incentivi) a favore delle imprese per ricerca e sviluppo e gli investimenti pubblici incrementali (una cifra che potrebbe essere elevatissima dato che la spesa in conto capitale è quasi rasoterra). Il tutto condito da assicurazioni sul freno alla spesa di parte corrente e raggiungimento di quell’equilibrio strutturale di bilancio che c’eravamo impegnati a realizzare nel 2014.

Nonostante il Ministro Calenda abbia energia da vendere, credo che a Bruxelles troverà un muro. E anche un’inchiesta per appurare quanti di quei 13 miliardi di incentivi sono da considerarsi “aiuti di Stato” in trasgressione con la normativa comunitaria. Prima di andare troppo avanti, sarebbe bene che Calenda si consultasse con il Sen. Monti, il quale di “aiuti di Stato”, se ne intende.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.