BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPILLO/ Atlante, JPMorganChase e quel sistema senza più politica creditizia

Pubblicazione:

Piercarlo Padoan con Matteo Renzi (LaPresse)  Piercarlo Padoan con Matteo Renzi (LaPresse)

Ora, in ogni caso, Atlante dovrebbe esordire nel mercato degli Npl a Siena, dove opera ormai in veste di protagonista JPMorganChase: chiamata sua volta da Palazzo Chigi. Eppure questi due attori - entrambi "renziani" - avrebbero preso a non capirsi. Il fondo gestito da Alessandro Penati vorrebbe/dovrebbe comprare gli Npl a un prezzo "equo", anzi "alto": ciò permetterebbe a Mps di limitare le perdite e quindi massimizzare l'effetto della ricapitalizzazione del Monte (oppure, secondo alcuni, ridimensionarla per renderla compatibile con il "piano Passera"). Ma JPM guarda agli Npl di Mps da prospettiva opposta: deve apire una maxi-linea di credito ponte, di cui gli Npl sarebbero inzialmente garanzia, naturalmente valutata "poco" (comunque in linea con le valutazioni di mercato).

Che sia per anche per questo che Ferruccio De Bortoli e Massimo Mucchetti, a inizio settimana, hanno messo nel mirino il ruolo di JPMorgan a Siena, esponendosi alle bordate di ritorno del "cerchio magico" renziano? Sull'operazione Atlante, in primavera, hanno messo volto e una montagna di euro personaggi come il presidente dell'Acri, Giuseppe Guzzetti o l'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Carlo Messina. Sul fronte bancario erano più che attivi i vertici della Cassa depositi e prestiti (Tesoro-Fondazioni) preseduta da Claudio Costamagna (ex Goldman Sachs come il presidente della Bce, Mario Draghi e il presidente dimissionario di Mps, Massimo Tononi). Ora a Siena e dintorni sembra invece spadroneggiare solo JPMorganChase, che avrebbe marginalizzato Mediobanca, che Palazzo Chigi ha tenuto sistematicamente fuori da ogni big deal nazionale.

Sotto il cielo bancario, la politica creditizia sembra effettivamente assente, mentre il disordine appare proporzionalmente grande. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.