BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALITALIA/ "L'autunno caldo" pronto per la compagnia italiana

LaPresse LaPresse

Circa la possibilità data a Emirates di effettuare il Milano-New York si può rispondere che gli effetti sono positivi per il consumatore. L’offerta per tale rotta è aumentata e i prezzi dei biglietti sono diminuiti dal momento in cui è cresciuta la concorrenza. È comprensibile che Alitalia soffra questa libertà lasciata al vettore emiratino, ma è meglio difendere i consumatori che una singola compagnia aerea.

Per quanto riguarda Ryanair, si potrebbe rispondere “è il mercato bellezza”. Il vettore irlandese ha capito l’andamento del mercato, ha sviluppato il proprio modello di business low cost, ha fatto gli aggiustamenti (ora punta più sul mercato business servendo anche i grandi aeroporti) ed è il primo vettore in Italia e in Europa.

Cosa ci lascia dunque questa intervista? La certezza che Alitalia soffre e che presto arriverà una dura ristrutturazione. Questa tuttavia è necessaria, come andiamo dicendo da tempo e potrebbe ricalcare quella appena vista in Air Berlin (società con azionariato di Etihad). Prepariamoci dunque a un periodo caldo per Alitalia. Allacciatevi le cinture. I conflitti sindacali e politici sono in arrivo.

© Riproduzione Riservata.