BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ Brexit, Trump, Italia: le nuove mosse delle lobby

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

Due, sostanzialmente. Il primo vedrebbe il referendum italiano andare a innescarsi nel solco del Brexit e del voto statunitense: ovvero, far trionfare i populismi per addossare loro le responsabilità della crisi economica dietro l'angolo e spazzare via il problema una volta per tutte, visto che per quanto l'immigrazione sia tema sensibile e reale, se cominciano a schiantarsi le Borse e a fallire le banche, la gente accetta qualsiasi cosa pur di salvare il salvabile e le ricette alla Trump finiscono nel cassetto della storia. Il secondo, invece, prevede la vittoria del "Sì" per una questione molto semplice: garantire a Matteo Renzi di restare in sella, portare a casa una riforma che piace all'etsablishment - più estero che italiano - e lasciare mano libera alla Commissione europea per massacrarci sui conti. 

In un caso o nell'altro, sappiatelo fin d'ora, la volontà popolare c'entra pochissimo con questo referendum: siamo tornati al festival dell'eterodiretto. Qualcosa si sta agitando sotto traccia e chi opera sui mercati lo sa benissimo: per quanto il Dow Jones sfondi un record al giorno, il grado di sostenibilità di quei trend è arrivato al capolinea. Occorre far scoppiare la bolla prima che lo faccia da sola in maniera disordinata, quindi serve creare il palcoscenico giusto. Ragionateci: se si infilano quattro eventi shock di fila (Brexit, Trump, vittoria del "No" e vittoria della destra in Austria) tutti di stampo populista, quale sarà la giustificazione per qualsiasi evento nefasto accada sui mercati? Il fatto che quegli eventi siano accaduti, quindi le cosiddette elites contro cui si scaglia il voto di protesta avranno gioco facile nello sbattere in faccia alle opinioni pubbliche il disastro che hanno combinato con il loro voto mal consigliato, vedi Giorgio Napolitano su La Stampa di giovedì. 

Ovviamente, i crolli azionari e - soprattutto - i bagni di sangue sull'obbligazionario non saranno colpa di Trump o del Brexit o di Bersani, ma di anni di indebitamento folle garantito dalle Banche centrali, ma pensate che nei tg e sui giornali, controllati dalle stesse elites, passerà la verità dei fatti o la vulgata che toglierà di mezzo per sempre l'ondata di protesta anti-establishment in atto? Oltretutto, in tempo per garantire una normalizzazione del clima in vista delle presidenziali in Francia (marzo 2017) e delle politiche in Olanda e Germania (maggio e settembre 2017). Troppo diabolico per essere vero?

Ragionate: sappiamo da soli che se l'establishment Usa non avesse voluto Trump alla Casa Bianca avrebbe trovato non uno ma mille modi per stroncarlo, tanto più che lui stesso ha più volte prestato il fianco con sparate a effetto. La Borsa, poi, non ha fatto un plissè. Certo, c'è tensione sui bond, ma pensate davvero che sia dovuto al fatto che una maggiore spesa per investimenti interni negli Usa spingerà al rialzo l'inflazione e quindi la Fed dovrà alzare i tassi? Primo, Trump fino al 20 gennaio resta un privato cittadino. Secondo, non siamo in presenza di Houdini, prima che l'inflazione - anche nelle aspettative a lungo termine - cominci a salire tanto da far preoccupare la Fed, ci vorranno mesi, visto che la Cina con la sua sovra-produzione continua a importare deflazione. È normale che i mercati emergenti paghino l'incertezza sui tassi, ma questa non è dovuta a Trump, ma al fatto che la Fed non li alza da 21 riunioni di fila pur minacciando di farlo da almeno un anno: prima o poi dovrà farlo per forza ma non per colpa di Trump, bensì perché siamo a tassi zero da tempo immemore, qualcosa di nemmeno contemplato nei libri di economia. 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
13/11/2016 - Mah!?!?! Chissà! (Luigi PATRINI)

Analisi interessante, ma ....chissà cosa succederà? Penso proprio che a tirare le fila della Storia sia davvero un Altro.... E se Parisi non fosse "scomparso"? Ma, semplicemente, facesse come i ....sommergibili? ....rapidi ed invisibili? Già, chissà?!