BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA E POLITICA/ Così Trump "obbliga" l'Italia a riscrivere la manovra

Pubblicazione:

Pier Carlo Padoan (LaPresse)  Pier Carlo Padoan (LaPresse)

Passerano tre mesi prima di capire cosa farà Trump, bisognerà attendere il suo discorso d’insediamento, a gennaio, e la composizione del gabinetto. Ma le prime indicazioni non promettono bene per l’Italia. È certo che metterà in cantiere meno tasse e più spese. Esultano i neo-keynesiani, gonfia il petto il partito dell’austerità addio, dello spendi e spandi, a destra come a sinistra. Calma e gesso. Bisognerà capire quali tasse, per chi, quanto e quali spese. Le prime stime calcolano che nei prossimi anni il debito pubblico americano è destinato a crescere, il dollaro scenderà e saliranno i prezzi con uno scossone verso l’alto ai tassi di interesse che potrebbe neutralizzare l’effetto benefico dell’inflazione sul debito, aggravando l’onere per le finanze pubbliche. Se un uso più spregiudicato della supremazia del dollaro può ridurre l’impatto negativo sugli Stati Uniti, è chiaro che saranno guai per l’area dell’euro, soprattutto per i paesi fortemente esportatori e quelli che, come l’Italia, pagano già un altissimo servizio del debito.

Anche la Bce verrà messa sotto pressione. Una ripartenza dell’inflazione potrebbe favorire un ritorno alla normalità monetaria come chiede da tempo la Germania, riducendo le tensioni interne. Ma per l’Italia che ha un debito così alto e tuttora crescente (nonostante le promesse del ministero dell’Economia), collocare i titoli di Stato non sarà facile. Con il rialzo dello spread i mercati giocano già d’anticipo e Draghi non può più fare molto.

Aspettiamo a fasciarci la testa, naturalmente. Ma è assolutamente saggio prepararsi a uno scenario imprevisto e aggiustare una Legge di bilancio costruita su altri presupposti. Pier Carlo Padoan non aveva previsto il trionfo di Trump. Non possiamo metterlo in croce per questo. Dovrebbe però sbrigarsi a prendere le contromisure.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.