BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPILLO/ Il grande silenzio tedesco sul gossip frenetico attorno a UniCredit

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

La prima è: quanti dei 20 miliardi di Npl che la Bce "rigorista" vuole siano svalutati/venduti da UniCredit sono stati generati sul mercato tedesco? La seconda: quanto il sistema-tedesco è disposto a re-investire in una infastruttura bancaria del proprio territorio? È la stessa Germania che rifiuta - a livello di sviluppo dell'Unione bancaria - di perfezionare il sistema di garanzia condivisa dei depositi bancari. L'ultima questione è la più "sommersa", ma forse non la meno rilevante. Se i mercati cominciano a interrogarsi seriamente sulla praticabilità di un "piano B" come la fusione UniCredit-SocGen, perché dovrebbe restare fuori dal tavolo un riassetto del gruppo italo-tedesco che interessi Hvb e BankAustria? Ma forse un'ipotesi di risposta è: perché lo scorporo di parte delle attività in Austria e Germania (per esempio verso qualche banca tedesca) è incluso nello schema preliminare Uni-SocGen. E sarebbe brutalmente comprensibile perché il prezzo di UniCredit sia sta indebolendo in Borsa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.