BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Notizie Mps/ In Borsa chiude a 17,24 euro. Generali sceglie di convertire i bond subordinati di Montepaschi

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Lapresse  Lapresse

MPS NEWS (aggiornamento delle ore 17:35) Piazza Affari chiude a -1,81% e Mps termina la giornata a quota 17,24 euro, per via del raggruppamento che prevede una nuova azione ogni cento possedute. Il cda di Generali ha esaminato l'Offerta pubblica di acquisto dei bond subordinati di Montepaschi e ha valutato favorevolmente la conversione, dando quindi mandato al proprio Ceo di eseguire tale operazione. Non è ancora chiaro a quanti ammontino i bond di Mps detenuti dal gruppo assicurativo. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 15:05) Piazza Affari resta in rosso e Mps cede il 7%, portandosi sopra i 18 euro ad azione (in virtù del raggruppamento operativo da stamane)Valdis Dombrovskis ha dichiarato che il piano di ricapitalizzazione di Montepaschi è in linea con le regole europee, con la ricerca di capitali in via prioritaria sul mercato. Il vicepresidente della Commissione europa non ha voluto fare altri commenti sulla banca italiana. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 11:15) Piazza Affari resta in rosso e le azioni di Mps, che hanno iniziato oggi il raggruppamento, cedono oltre il 16%. La Consob ha intanto dato il via libera a Montepaschi per l'Offerta pubblica di acquisto volontaria per i bond subordinati, con obbligo di reinvestimento del corrispettivo in nuove azioni della banca. Il periodo di offerta inizierà oggi alle 14.00 e si protrarrà fino alle 16:00 di venerdì 2 dicembre. La data di pagamento sarà stabilita successivamente alla chiusura del periodo di adesione. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 9:10) Piazza Affari si muove in rosso e Mps non riesce ad aprire, con un teorico -5%. Si attendono novità per quel che riguarda l’acquisto di tre good banks (Banca Marche, CariChieti e Banca Etruria) da parte di Ubi Banca, che venerdì aveva fatto sapere di non aver ricevuto alcuna comunicazione da parte della Banca centrale europea. Manca poco al termine del 30 novembre, che era stato fissato come ulteriore proroga per la cessione delle banche salvate lo scorso anno.



© Riproduzione Riservata.