BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPILLO/ 1 milione di dipendenti pubblici licenziati? Sì, no, forse...

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

È quel che sta succedendo nelle banche. Dieci anni fa tutte le banche hanno digitalizzato l'accesso dei clienti ai loro servizi bancari di sportello aprendo le funzioni di home banking telematico, per cui ciascuno di noi oggi si fa da casa sua al computer o dallo smartphone i suoi bonifici e i suoi pagamenti. E oggi giustamente Matteo Renzi, il "principale" di Padoan e Madia, dice che la metà dei 320mila dipendenti bancari italiani "è di troppo". Per gli statali italiani si profila la fine che faranno i bancari? E che stanno facendo i giornalisti? Categorie falcidiate dal digitale? 

Dice la Madia: "Il nostro obiettivo si chiama Italia Login: un sistema che consente a ogni cittadino per via digitale di ricevere i servizi, di adempiere agli obblighi (abbiamo solo iniziato con la dichiarazione precompilata), di scambiare informazioni con la Pubblica amministrazione. Oggi solo il 30% degli italiani usufruisce dei servizi online delle amministrazioni. Vogliamo far crescere questo numero in quantità, ma soprattutto in qualità".

Senza andare nei dettagli: è la stessa sacrosanta logica dell'home banking bancario. Bene. Serve un certificato di nascita? Ci si siede al computer di casa, o si accende lo smartphone, si digitano dei tasti, si paga qualcosa con la carta di credito o con Paypal e si ottiene quel che serve. Prima (anzi nel 70% dei casi ancora oggi), tutto questo lavoro lo faceva un impiegato statale, che non servirà più. 

I benpensanti positivisti anti-gufi dicono, a questo punto, che l'impiegato liberato dall'onere di fare il nostro certificato potrà essere riconvertito a fare altre cose più gratificanti. Evviva. E in concreto? Accetterà di fare il vigile urbano, visto che ce ne sono troppo pochi, soprattutto in strada e che persino nella civilissima Milano ci sono solo 19 vigili su 100 che fanno servizi in strada mentre gli altri 81 stanno in ufficio a fare cose che presto potranno essere digitalizzate? Proviamoci: questa sì che sarebbe una buona idea, ricordiamocelo quando i vigili sciopereranno per restare al calduccio in ufficio a fare nulla.

Sarebbe anche in atto - ricordiamocelo - un processo analogo, ma più semplice a quello cui allude la ministro Madia: la riconversione dei dipendenti delle ex province. Sarebbe in atto, perché nei fatti non lo è. Non è stato fatto niente. E sta iniziando ad agitarsi lo spettro della mobilità su almeno 100mila dipendenti delle società partecipate dalle amministrazioni pubbliche che la riforma Madia (peraltro giustamente) vuole accorpare o chiudere o vendere. La parte rognosa delle riforme rottamatrici non la vuol gestire nessuno.  



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
05/11/2016 - Pubblici dipendenti. (delfini paolo)

Dei 3 milioni di pubblici dipendenti solo una parte è costituita da amministrativi.Nessuna rivoluzione digitale potrà sostituire Poliziotti,Vigili Urbani,Soldati,Medici,Infermieri,Insegnanti, Accudienti ecc.Per gli eventuali amministrativi in esubero si può effettuare una intelligente ricollocazione verso settori pubblici dove vige la carenza di personale.