BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPILLO/ Banca Etruria e co., quando gli "anticorpi" valgono più della vigilanza

Pubblicazione:

Lapresse  Lapresse

Com'è stato possibile? Lì non c'era - almeno non fino a un annetto fa - alcuna autorità che dovendo vigilare l'abbia fatto poco o male, mancavano gli anticorpi. Eppure a leggere i documenti dell'Assonime - l'emanazione di Confindustria che presidia gli interessi delle società rispetto ai regolatori - è tutto un'invocare autonomia, mano libera, autoregolamentazione. Quando venne introdotta la legge 231 che prescrive alle grandi società metodi di lavoro e controlli interni preventivi molto stringenti, giù tutti a lamentarsi delle troppe procedure, dei troppi rischi e dell'eccessiva severità. Ma cosa succede a non imporli? È sotto gli occhi di tutti. Quando c'è un capo che comanda, tutti a occhi bassi. Amministratori e sindaci che sonnecchiano, che tirano a campare, funzionari preposti al controllo dei conti che guardano da un'altra parte, l'assenza di un "occhio del padrone" che genera indifferenza, la percezione della sostanziale impunità nel lasciar correr. Se fosse stata una banca, il Sole sarebbe oggi in risoluzione? Forse sì...

Ebbene, è questo il tema - molto complesso, perché non solo giuridico né procedurale - che il sistema capitalistico (occidentale non solo italiano) non ha affrontato in questi anni di post-crisi. La domandona "com'è potuto succedere?" è rimasta senza risposta. Com'è potuto succedere Etruria, come poté succedere Lehman, e prima ancora Parmalat e più recentemente - e, si spera, reversibilmente - Il Sole, perché c'è un sacco di gente che se ne frega, impunemente, e scalda le poltrone, e dicendo sempre sì cura solo il suo vantaggio e il consenso del potere attorno al suo ruolo di palafreniere ossequiente.

Poi arriva un momento in cui interviene una qualche "vigilanza" esterna, sia essa di Bankitalia o della Consob o di una Procura: ma non sempre è in tempo. Vero è che non si parla mai dei crac che quest'interventi, per tardivi che siano, riescono a scongiurare, sia pure in zona Cesarini, proprio perché vengono scongiurati. Ma gli altri che invece non vengono evitati dovrebbero indurre a incrudelire le regole della gestione interna delle società. Più anticorpi, più "opposizione" interna alla governance del capo. C'è troppo "presidenzialismo", troppo potere incontrastato nelle mani dei capiazienda. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.