BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BORSA ITALIANA OGGI/ News: Chiusura a -0,92%. Banco Popolare a +5,99%, Luxottica a -5,73% (ultime notizie live, 1 febbraio 2016)

Borsa italiana, le ultime notizie di oggi, con le quotazioni live dei principali titoli del Ftse Mib e le news che arrivano da Piazza Affari. Gli aggiornamenti sui cambi e sullo spread

Infophoto Infophoto

Piazza Affari chiude in ribasso dello 0,92%. Sul listino principale svetta ancora Banco Popolare, con un +5,99%, mentre Luxotticca termina la giornata con un -5,73%. Positive anche le performance di Atlantia (+1,95%), Cnh Industrial (+2,96%), Mediaset (+2,08%), Ferragamo (+1,54%), Tod’s (+1,45%). Sul fronte opposto Bper chiude con -2,45%, Mps con a -3,85%, Mediobanca a -3,12%, Stm a -3,08% e Unipol a -3,67%. Fuori dal listino principale, Immsi mette a segno un +13,36%, Danieli un +4,6%, mentre Safilo cede il 12,14%. Sempre più vicino a quota 1,09 il cambio euro/dollaro, mentre lo spread tra Btp e Bund risale sopra i 111 punti base.

Giornata ancora di grande difficoltà per la Borsa Italiana di Piazza Affari e più in generale di tutte quelle della zona euro. Infatti, le buone notizie giunte da Tokyo non sono state sufficienti a dare loro slancio. In questo momento l’indice Mibtel segna una perdita di 1,44% a quota 18389. Pochi minuti fa e per la precisione alle ore 16:01 c’è stato il minimo di giornata a quota 18285 mentre il massimo si è avuto alle 9:51 con l’indice che è arrivato a 18792. Il comparto bancario è abbastanza diviso con Banco Popolare (il miglior titolo di seduta) che guadagna il 5,63% mentre la Banca Popolare dell’Emilia Romagna perde il 4,18%, Mediobanca il 3,87% e Banca Mps il 3,77%. Il peggior titolo resta però quello di Luxottica Group che seppur recuperando un po’ si attesta ad un -6,26%. Infine, il titolo più scambiato è quello di Unicredit con oltre 19 mila contratti.

La discesa del prezzo del petrolio non aiuta Piazza Affari, che cede l’1,15%. Sul listino principale resta in forte rialzo Banco Popolare (+5,9%) e vanno bene anche Atlantia (+1,6%), Bpm (+1%), Ferragamo (+1,2%) e Tod’s (+1,5%). Resta ancora in pesante calo Luxottica (-5,8%) e vanno particolarmente male anche Bper (-2,7%), Ferrari (-2,5%), Mediobanca (-2,5%), Poste Italiane (-2,5%), Saipem (-2,7%) e Telecom Italia (-2,8%). Fuori dal listino principale accelera Immsi (+14,5%), mentre Safilo fa segnare un -10,3%. Il cambio euro/dollaro si riavvicina a quota 1,09, mentre lo spread tra Btp e Bund è vicino ai 109 punti base.

Piazza Affari, dopo i primi scambi, si muove in ribasso dello 0,3%. Sul listino principale vanno male Luxottica, che cede il 6,4% dopo la notizia delle deleghe societarie assunte da Leonardo Del Vecchio, Telecom Italia (-2%) e Poste Italiane (-2,3%), accostata a Montepaschi. In evidenza al rialzo ancora una volta Banco Popolare, che sale del 3,9%. Bene anche Mps, che sale del 2,6%, Unicredit (+2,1%) e Ubi Banca (+2,1%). Prysmian, dopo la commessa ottenuta per un cavo sottomarino tra Olanda e Danimarca, guadagna l’1,9%. Fuori dal listino principale si mettono in evidenza Immsi (+5,2%), Seat Pagine Gialle (+4,3%) e Prelios (+4,6%). Il cambio euro/dollaro resta sopra quota 1,08, mentre lo spread tra Btp e Bund  scende verso i 108 punti base.

© Riproduzione Riservata.