BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Notizie Mps/ In Borsa chiude a +6,75%. Ibl Banca: utile netto a 51,7 milioni

Pubblicazione:mercoledì 10 febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 10 febbraio 2016, 17.37

Infophoto Infophoto

MPS NEWS (aggiornamento delle ore 17:35) Piazza Affari chiude in rialzo del 5,03% e Mps mette a segno un +6,75%, che porta il titolo sopra i 53 centesimi ad azione. Ibl Banca ha comunicato intanto di aver chiuso il 2015 con un utile netto consolidato in crescita del 2,5% rispetto all'anno precedente, a quota 51,7 milioni di euro. Mario Giordano, amministratore delegato, ha detto che quest'anno l'obiettivo di Ibl Banca è di essere protagonista nel riassetto del settore della cessione del quinto. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 14:55) Resta in rialzo Piazza Affari e Mps sale del 5%, a un passo dai 53 centesimi ad azione. Intanto è arrivato l'ok formale della Commissione europea alle misure italiane per la gestione dei crediti in sofferenzam frutto dell'accordo tra il Margrethe Vestager e Pier Carlo Padoan. Misure che dovrebbero essere approvate nel Consiglio dei ministri di questa sera insieme ad altre che riguardano le banche. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 11:20) La Borsa Italiana sale molto stamattina e Mps guadagna il 7,4%, salendo sopra i 54 centesimi. Resta confermato per questa sera il Consiglio dei ministri, ma ancora non è stato comunicato l'ordine del giorno. Non è quindi ancora noto se verranno effettivamente approvati gli attesi provvedimenti sulle banche, nella loro interezza o se solo alcuni di essi. In particolare quello più "a rischio rinvio" appare essere quello sui rimborsi agli obbligazionisti delle 4 banche salvate. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 9:10) Piazza Affari prova anche oggi a rimbalzare e Mps sale dell'1,8% sopra i 51 centesimi ad azione. Federico Ghizzoni, intervistato da Il Sole 24 Ore, spiega che “non c’è nessun caso Unicredit”. L’amministratore delegato di piazza Gae Aulenti ricorda che “con un Npl ratio pari al 4,2% sul totale dei crediti, siamo decisamente meglio del sistema, mentre il piano industriale presentato tre mesi fa comincia a dare i suoi risultati visto che nel 2015 abbiamo già superato i target previsti".



© Riproduzione Riservata.