BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SPY FINANZA/ La "dittatura" del pensiero unico tra Facebook e Usa

InfophotoInfophoto

P.S.: Deformazione professionale, qualche parola sulla Borsa devo dirvela: attenzione, Deutsche Bank è totalmente nel mirino del mercato. Dopo essere stata obbligata a pubblicare un comunicato la sera di lunedì per confermare che la liquidità è sufficiente per pagare le cedole dei famigerati bond convertibili CoCo al 6%, ieri, non appena il Ceo dell'istituto, John Cryan, ha rassicurato il mercato riguardo al fatto che «la forza della capitalizzazione e la posizione di rischio sono solide come rocce», il mercato ha cominciato a vendere con il badile e tutte le piazze europee si sono schiantate di nuovo. Milano è passata da -1% e -3,14% nell'arco di meno di un'ora a ridosso del pranzo: si chiama effetto sistemico. Tanto più che alle 3 del pomeriggio è dovuto intervenire il ministro delle Finanze, Wolfgang Schauble, il quale ha detto di non essere affatto preoccupato per Deutsche Bank. 

Questo grafico sembra dire altro: ovvero, che chi di bail-in ferisce, di bail-in perisce. Il mercato, infatti, è come un elefante, ha una memoria di ferro. E si ricorda bene quanto siano costate ai contribuenti le ultime volte i cui Ceo di grandi banche avevano più volte detto che i bilanci erano a prova di bomba. Mi sbaglierò, ma a marzo la Bce sarà costretta ad annunciare l'acquisto di bond corporate all'interno del programma di Qe, segnatamente bancari. 

 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
10/02/2016 - anche la democratica svizzera ha molti armati (Angelo Manara)

Ricordo che la Confederazione Elvetica gestisce la propria difesa in un modo originale ed efficace. Tutti i cittadini maschi sono tenuti almeno fino ad una certa età a prestare alcuni giorni all'anno all'addestramento militare e detengono alcune armi leggere al proprio domicilio. In tal modo si possono difendere dal 'nemico' sia esterno che interno in qualunque momento. La natura e l'educazione fanno sì che non ne abusino ma che sappiano gestirle responsabilmente. Proibire qualcosa non serve a nulla anzi... invece educare serve eccome!

 
10/02/2016 - Distinguere la forma dalla sostanza (DiB Marco)

I diritti degli omosessuali sono sacrosanti; è gente soggetta da secoli a discriminazioni e sofferenze; un "vaffanculo" o un "checca" può uscire a chiunque, specie ovviamente ad un poveraccio; chi fa il politico però in genere non è un poveraccio, ha parecchi onori ed il dovere di comportarsi con dignità; certo il diritto alla stronzata è un diritto umano fondamentale, però c'è stronzata e stronzata e se possibile sono da preferirsi le stronzate non offensive verso le persone. Per il resto il problema non è la forma del linguaggio che da che mondo è mondo tende ad incrudirsi nei momenti storici involutivi; il problema reale non è quello semantico ma è quello di censo e di classe; se Zuckenberg la 99 per cento o almeno al livello dei tempi keynesiani, alla Merkel passerebbe la fregola di farci pappa e ciccia; bisogna tagliare le unghie alle grandi multinazionali se necessario facendone uno spezzatino; Sanders e Corbyn sono i veri soli socialisti rimasti e alla fine ce la faranno e riusciranno a estirpare il tumore dove è originato, nel mondo anglosassone

 
10/02/2016 - verso lo stato di polizia (daniele benecchi)

Non riesco a levarmi dalla testa questa considerazione. I Padri Fondatori degli Stati Uniti inserirono nella Costituzione il diritto del cittadino ad armarsi e ad essere armato per difendersi dagli abusi di tutti e principalmente dallo Stato. Non dimenticavano che l'inizio della ribellione alla Corona Britannica ed al suo dispotismo era stata resa possibile dai Minute-man, cioè da cittadini armati che in un minuto si trasformavano in soldati. Non è che alla radice di tutti i progetti per l'abolizione di questo articolo della Costituzione ed il disarmo dei cittadini( al di là di tutte le buone intenzioni e della realtà dei pericoli di una società sempre più violenta, con le drammatiche uccisioni che appaiono sui media) sotto sotto ci sia proprio la volontà di disarmare il cittadino e renderlo sempre più inerme e dipendente dallo Stato? E' un mio dubbio personale.