BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Canone Rai 2016 in bolletta/ Il dubbio di Lannutti sul pagamento degli arretrati (ultime notizie e news live 13 febbraio)

Pubblicazione:sabato 13 febbraio 2016 - Ultimo aggiornamento:sabato 13 febbraio 2016, 11.55

InfoPhoto InfoPhoto

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE: IL DUBBIO DI ELIO LANNUTTI SUGLI ARRETRATI (OGGI, 13 FEBBRAIO) Sono arrivate diverse rassicurazioni riguardo il fatto che il canone Rai in bolletta non comporterà il pagamento di eventuali arretrati. Ultima quella di Enrico Zanetti, viceministro dell’Economia, durante un’interrogazione parlamentare. Tuttavia Elio Lannutti, Presidente dell’Adusbef, non è così certo che le cose andranno così. Su Twitter ha infatti scritto: “Canone Rai: pagare non porta controlli sugli anni passati. Voi, ci credete?”. Parole che hanno un certo peso, considerato che l’Adusbef da tempo si batte per i diritti dei consumatori. Ma anche “rassicuranti”, perché significa che ci sarà qualcuno che vigilerà su questo punto per cercare di far sì che le “garanzie” di Governo e Rai non restino solo parole. CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE: ZANETTI TRANQUILLIZZA I CITTADINI SUGLI ARRETRATI (OGGI, 13 FEBBRAIO) – In questi giorni si sta facendo un gran parlare della decisione del Governo Renzi di inserire il pagamento del Canone Rai nella bolletta energetica prevedendo delle comode rate di cui la prima dovrebbe essere intorno ai 70 e relativa al mese di luglio. Tuttavia molta dell’attenzione dell’opinione pubblica e per meglio dire la preoccupazione di quanti negli anni passati non hanno pagato il canone, è rivolta alla possibilità che si possa andare ad indagare sullo ‘storico del contribuente’. Nel corso di una interrogazione parlamentare, il vice Ministro dell’Economia Enrico Zanetti ha voluto tranquillizzare tutti sottolineando come “La dichiarazione del possesso della Tv per il pagamento del canone in bolletta non farà scattare controlli sugli anni precedenti”. Insomma, sembra che per l’Agenzia delle Entrate il concetto di presunzione del possesso della tv non possa essere utilizzato per effettuare controlli sul passato del contribuente.



© Riproduzione Riservata.