BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

PREZZO PETROLIO/ Quotazioni in calo. Il Brent scende sotto i 34 dollari (ultime notizie, oggi 2 febbraio 2016)

Prezzo petrolio, quotazioni in rialzo: il prezzo del barile continua a mantenersi sopra 35 dollari in attesa di un possibile accordo all’interno dell’Opec.

InfoPhotoInfoPhoto

Anche questo mese di febbraio 2016 per i mercati, si è aperto nel segno del ribasso con tutte le principali borse che hanno dovuto fare i contatti con delle perdite seppure nell’ordine del punto percentuale. L’unica eccezione è stata quella di Tokyo che è stata capace di andare decisamente in positivo anche grazie alla decisione della Banca Centrale Nipponica che ha portato i tassi in negativo per la prima volta nella storia. Un accorgimento che senza dubbio è tornato utile all’indice Nikkei ma che tuttavia ha presentato dei contraccolpi per il petrolio, il cui prezzo a barile, in ragione di un rafforzamento del dollaro, è disceso. Nello specifico l’indice Brent sta scendendo sotto la soglia dei 34 dollari mentre il Wti è tornato ad essere piuttosto basso a quota 31,45 dollari. È chiaro che a questo punto, una vera inversione di tendenza possa essere data soltanto da un accordo sul livello di produzione tra i vari Paesi che compongono l’Opec.

© Riproduzione Riservata.