BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JUNCKER IN ITALIA/ L'Ue è pronta a "far fuori" il Premier

Jean-Claude Juncker (Infophoto) Jean-Claude Juncker (Infophoto)

Heiner Flassbeck, economista vicino alla Linke (sinistra, Ndr) di Berlino, ha affermato che con la Germania non si tratta perché questo è estraneo alla psicologia dei tedeschi. L’atteggiamento di Padoan, che ricorda sempre che noi abbiamo fatto i compiti a casa e quindi adesso Berlino ci deve venire incontro, non va bene per questa ragione. Noi non dobbiamo chiedere nulla. È un nostro diritto avere da parte dell’Ue un atteggiamento cooperativo e funzionale al nostro interesse. L’Ue deve smettere di raccontare che facendo il male delle parti, e in particolare dell’Italia, si fa il bene del tutto.

 

Gli italiani oggi beneficiano di un welfare state che nel tempo è diventato insostenibile?

Se noi andiamo a misurare la sostenibilità del sistema pensionistico, c’è un solo Paese che non si può permettere le proprie pensioni e cioè la Germania. I tedeschi hanno una dinamica demografica molto peggiore della nostra, e quindi hanno un sistema che rischia di collassare. Come sempre accade, quelli che alzano di più la voce sono quelli che hanno più paura.

 

Perché la Germania oggi ha tanta paura?

Perché la politica monetaria della Bce compromette anche la sostenibilità del sistema pensionistico della Germania. Quest’ultimo non è a ripartizione come in Italia, in quanto i risparmi sono investiti. Con tassi di interesse pari a zero o negativi, la sostenibilità del sistema pensionistico tedesco è ancora più in difficoltà. Berlino quindi non è più in grado di contrapporre un solo argomento basato sui fatti alle richieste che vengono dall’Europa.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.