BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PRODI & L'ULIVO/ Sapelli: ecco chi ha svenduto l'Italia a Germania ed eurocrati

Romano Prodi (Infophoto) Romano Prodi (Infophoto)

Solo Luciano Barca spicca e spiccherà nella riflessione storiografica per la sua intelligente e indipendente visone in continuità con l'ispirazione di quella grande figura scientifica, umana, civile, che fu Paolo Baffi.

Dei socialisti è inutile dire alcunché, perché si posero nella scia di Tony Blair, il vero distruttore del socialismo europeo, scambiando innovazione e modernità con subalternità alla mitologia capitalistico-finanziaria che dominava il mondo. È un segno positivo dei tempi che l' attuale gruppo dirigente inglese laburista si sia deciso a fare i conti con quella (e questa) sciagurata epoca. Ma dovremmo ora far storiografia e sociologia, insieme, di viltà personali e di battaglia delle idee, dove, come sempre, la moneta cattiva scaccia quella buona.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
29/02/2016 - la figura enigmatica di guido carli (antonio petrina)

A proposito della figura enigmatica del bresciano Guido Carli nel processo di costruzione di Maastricht, ove l'Italia aderì costringendo il bel paese alla riduzione "forzata" al 3% del deficit degli anni novanta che viaggiava al ritmo dell' 8-9% del Pil , c'è da considerare lo sforzo mnemonico ripreso da Paolo Savona a proposito della battuta di Carli riportata sul fogliante per cui il cappio al collo di Maastricht si può e si deve evitare !