BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

Canone Rai in bolletta/ Novità, rischio 2 mila euro per chi non lo ha mai pagato (Ultime notizie e news live 5 febbraio)

Canone Rai 2016 in bolletta, ultime notizie e news live: la Cassazione chiarisce che l’oscuramento del televisore non basta a non pagare (Ultime notizie e News live 5 febbraio).

InfoPhotoInfoPhoto

In questi giorni sta impazzando sui media la notizia relativa ad un possibile pagamento degli arretrati per gli anni precedenti in cui sarebbe stato evaso il canone Rai. Sulla vicenda ha cercato di far chiarezza lo stesso Governo Renzi con una circolare nella quale è stato rimarcato come nella bolletta energetica del mese di luglio 2016 non ci sarà l’inserimento di alcun arretrato. Proprio questo è il punto focale del discorso in quanto viene lasciata aperta la possibilità che in futuro possano essere richiesti salvo condoni fiscali. Conti alla mano, sono circa il 27% gli italiani che non hanno mai pagato il canone i quali rischiano circa 2 mila euro a testa. Staremo a vedere.

Su Twitter il caso di “Storie maledette” ha scatenato diversi commenti. E qualcuno è collegato anche al canone Rai. Ci sono infatti diversi telespettatori che non hanno affatto gradito lo spazio dato a Luca Varani, l’uomo accusato di aver fatto sfregiare Lucia Annibali. E dunque si chiedono perché pagare il canone Rai, oltretutto quest’anno mediante la bolletta elettrica, per programmi come quello di Franca Leosini. Contro la messa in onda dell’intervista a Varani c’era stata anche la richiesta di alcuni parlamentari del Pd, ma l’azienda televisiva ha deciso in ogni caso di trasmetterla.

I comuni montani continuano a mobilitarsi dopo che il canone Rai è entrato in bolletta. A seguito dell’ordine del giorno approvato dall’Uncem, un po’ in tutta Italia i consigli comunali stanno adottando provvedimenti per chiedere che sia potenziato il segnale delle trasmissioni televisive, in modo che i cittadini, ora “obbligati” a pagare l’imposta, possano effettivamente godere del servizio. Il Tirreno riporta la notizia che anche a Stazzema, provincia di Lucca, è stato chiesto un impegno di Governo e Parlamento per far sì che RaiWay intervenga. “Nelle aree montane italiane, alpine e appenniniche, resta elevato il digital divide che ha la sua prima fonte nelle difficoltà di ricezione del segnale tv e radio”, ha detto il sindaco Maurizio Verona.

Giorno dopo giorno la normativa dell’inserimento del pagamento del Canone Rai nella bolletta energetica voluta dal Governo Renzi e presente nelle legge di stabilità, si arricchisce di ulteriori elementi e di maggiore chiarezza al riguardo di alcune questioni foriere di dubbi. Nella giornata di ieri è arrivata una storica sentenza della Cassazione con la quale si stabilisce che l’oscuramento del televisore di casa non è sufficiente per evitare di pagare il canone previsto annualmente per il servizio Rai. Nella sentenza ribadendo la natura di ”prestazione tributaria fiondata sulla legge e non commisurata alla possibilità effettiva di usufruire del servizio” si evince come la rottura o l’oscuramento per qualsiasi ragione del televisore sia del tutto irrilevante ai fini del pagamento del canone. Una sentenza destinata a far discutere e non poco.

© Riproduzione Riservata.