BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

Notizie Mps/ In Borsa chiude a -3,08%. Domani Cdm sulle banche

Vediamo le notizie del giorno su Mps: dall'andamento del titolo in Borsa alle news e ai rumors pubblicati su agenzie e quotidiani riguardanti Montepaschi e le altre banche italiane

InfophotoInfophoto

Piazza Affari termina la giornata in rosso (-3,21%) e Mps chiude a -3,08%, sopra i 50 centesimi ad azione. Per domani è stato convocato un Consiglio dei ministri alle ore 21:00. Sembra che verranno approvati provvedimenti riguardanti le banche. In particolare le norme sui crediti in sofferenze, nuove disposizioni in materia di diritto fallimentare e riforma delle Bcc. Non è chiaro se il "pacchetto" comprenderà anche i criteri per i rimborsi agli obbligazionisti delle 4 banche oggetto di salvataggio, che potrebbero arrivare in un secondo momento. Resta in rosso Piazza Affari e Mps arriva a -4,5%, sotto i 50 centesimi ad azione. Intervistato da Bloomberg, Pier Carlo Padoan si è detto fiducioso sul fatto che verrà trovata ua soluzione positiva per Montepaschi. Il ministro dell'Economia ha anche detto che la banca toscana ha fondamentali solidi, così come un numero rilevante di crediti in sofferenza, ma che anche grazie agli strumenti posti in essere dal Governo si può essere ottimisti. Piazza Affari si muove in rosso dopo aver perso fino al 3% ed essere poi tornata in positivo. Mps, dopo una sospensione per eccesso di ribasso, cede l'1,2%, vicina ai 51 centesimi ad azione. Parlando a Class-Cnbc, Giuseppe Castagna, amministratore delegato di Bpm, ha spiegato che Montepaschi "non è mai stata considerata nel nostro orizzonte di acquisizione, per via delle dimensioni". Il numero uno di piazza Meda ha aggiunto che Mps ha sicuramente bisogno di un partner. Nuovo tentativo di rimbalzo per Piazza Affari e Mps cede lo 0,1%, sotto i 52 centesimi ad azione. Ieri il Presidente della Fondazione Mps, Marcello Clarisch, ha incontrato il Sindaco di Siena Bruno Valentini. In una nota entrambi hanno ribadito “il massimo impegno per la salvaguardia  degli interessi della comunità e del radicamento sul territorio della  maggiore azienda toscana, la Banca Mps”. I due si impegneranno anche per “mantenere la direzione  generale della banca a Siena, e ciò indipendentemente dai futuri assetti  societari dell'istituto e al di la' delle indicazioni presenti nello statuto  della fondazione Mps".

© Riproduzione Riservata.