BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA/ Al Quirinale con Mattarella si spende meno di Napolitano per l'imposta sulla tv (ultime notizie e news 2 marzo)

Canone Rai 2016 in bolletta, ultime notizie e news live: senza il consueto pagamento a gennaio del canone per il Tesoro sono tempi duri (Ultime notizie e News live 2 marzo).

InfoPhoto InfoPhoto

Franco Bechis su Libero di oggi ha fatto i conti in tasca al Quirinale, andando a vedere quelle che sono le spese preventivate dalla Presidenza della Repubblica sotto Sergio Mattarella, paragonandole a quelle della “gestione Napolitano”. Il totale è quasi identico: 236,6 milioni di euro per il nuovo Presidente contro i 236,8 del precedente. Bechis ha notato che Mattarella spende addirittura 875mila euro in meno del suo predecessore per i consiglieri personali, anche se ne deve sborsare 982mila in più per le pensioni dirette del personale. C’è una voce comunque curiosa nel bilancio del Quirinale, perché riguarda il canone Rai. Con Napolitano si spendevano 15mila euro per l’imposta sulla tv. Con Mattarella si è passato a 8mila. Mentre gli italiani si preparano a fare i conti con il canone Rai in bolletta, Libero spiega che ci saranno dei luoghi dove l’imposta non si pagherà. Si tratta nello specifico di venti isole minori, che non essendo allacciate alla rete elettrica nazionale non si vedranno alcun addebito dell’imposta tv in bolletta, spiega il quotidiano. Dunque gli abitanti di Levanzo, Favignana, Lipari, Linosa, Marettimo, Capri, Pantelleria, Stromboli, Panarea, Vulcano, Salida, Alicudi, Filicudi, Capraia, Ventotene, Giglio e delle Tremiti non pagheranno il canone Rai con la bolletta. 

Stanno facendo non poco discutere le ultime dichiarazioni di Alessandro Di Battista pronunciate alla Camera durante il dibattito sulla riforma dell’editoria. Il deputato pentastellato ha infatti detto di non possedere un televisore e che quindi non pagherà il canone Rai. Ha poi aggiunto che spiegherà ai cittadini come non pagarlo. “Sarà un piccolo atto rivoluzionario”, ha spiegato, rivolgendosi poi al Sottosegretario Luca Lotti e dicendo: “Perché noi cittadini dobbiamo pagare il canone a voi per  mentirci? Di fatto avete lottizzato la Rai, inserendo personaggi vostri  anche ultimamente in Rai Tre”. E ha anche ironicamente detto che forse usare il termine lottizzato è giusto, dato il cognome del Sottosegretario.

La decisione del Governo Renzi di prevedere l’inserimento del pagamento del canone Rai all’interno della bolletta energetica, non solo è andata di traverso a diversi cittadini italiani che l’avevano evasa per anni ma anche alle stesse casse dello Stato. Infatti, la mancanza del relativo gettito del canone ha fatto salire il fabbisogno del Tesoro a circa 9,9 miliardi di euro, in netto aumento con lo stesso mese dello scorso anno in cui raggiunse i 7,1 miliardi di euro. Questo significa che per far fronte a questa mancanza momentanea di liquidità lo Stato sarà costretto ad aumentare la necessità di finanziamento di un miliardo e mezzo, il che rende molto meno positiva la manovra del Governo tesa a recuperare una buona fetta di evasione. Staremo a vedere cosa succederà dopo questo primo sperimentale anno.

© Riproduzione Riservata.