BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA/ Brunetta lancia una petizione per l'abolizione (ultime notizie e news 23 marzo)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

InfoPhoto  InfoPhoto

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE. BRUNETTA LANCIA UNA PETIZIONE PER L'ABOLIZIONE (OGGI, 23 MARZO) Renato Brunetta, Capogruppo di Forza Italia alla Camera, ha deciso di lanciare una campagna social relativa a dieci petizioni al Governo. Tra di esse ve n’è anche una dedicata all’abolizione del canone Rai in bolletta. Su change.org, l’ex ministro ha quindi evidenziato che il canone Rai è un’imposta espropriativa, il cui valore è decisamente sproporzionato rispetto a quello del bene tassato (ovvero il televisore). E che inoltre “è illegittimo pretenderne il pagamento con una bolletta destinata a coprire il costo di un servizio divisibile. Infine, è sproporzionato imporre l’obbligo di autocertificare, sotto responsabilità penale, di non possedere un televisore”.

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE: DECRETO ATTUATIVO, IN DIRITTURA D’ARRIVO. GLI OBBLIGHI DELLE IMPRESE ELETTRICHE (OGGI, 23 MARZO) – Il Governo Renzi nell’ambito della Legge di Stabilità per il 2015 ha stabilito come il pagamento del Canone Rai a partire da questo 2016 debba essere effettuato con inserimento nella bolletta energetica elettrica con l’obiettivo di abbattere la relativa evasione fiscale. Per regolamentare questa fase di transizione è in dirittura d’arrivo un decreto attuativo nel quale verranno anche evidenziati gli obblighi delle imprese elettriche. Nello specifico ogni anno entro il 31 marzo dovranno trasmettere all’Agenzia delle Entrate eventuali variazioni dei dati e ogni mese i dati di dettaglio relativi al canone addebitato. Inoltre, in caso di tardivo, omesso o parziale pagamento delle somme riscosse, le imprese dovranno pagare sanzioni pari al 30% della somma.



© Riproduzione Riservata.