BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

Canone Rai 2016 in bolletta/ Sul decreto attuativo arriva il parere dell'Aeegsi (ultime notizie e news 24 marzo)

News Canone Rai 2016 in bolletta, le ultime notizie riguardanti l'imposta sulla tv nel conto elettrico e le novità che attengono all'azienda pubblica televisiva italiana

InfophotoInfophoto

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico ha espresso parere favorevole sullo schema di decreto attuativo relativo al canone Rai, “a condizione che il contributo forfettariamente previsto per l’attuazione di quanto definito dallo schema di decreto sia destinato in parte anche all’Acquirente Unico”. Inoltre l’Aeegsi raccomanda al ministero dello Sviluppo economico di chiarire nel decreto che l’addebito del canone avviene contestualmente alle fatture di energia elettrica per i clienti domestici. E di prevedere che sia l’Autorità stessa a redigere e aggiornare l’elenco delle reti non connesse con la rete di trasmissione nazionale. L’Autorità vuole poi che le aziende elettriche e l’Acquirente unico diano informazioni dettagliate sui costi che dovranno sopportare per adeguarsi alle disposizioni del decreto stesso.

Il decreto attuativo relativo al canone Rai in bolletta è ormai pronto e l’Unione nazionale consumatori ha stilato un decalogo con tutte le novità che il provvedimento contiene. Vediamo le principali. La prima riguarda chi non è intestatario di un’utenza elettrica o abita nelle isole non allacciate alla rete nazionale: dovrà pagare in un’unica soluzione entro il 31 ottobre, ma ancora non è chiaro con quale modalità. Altra novità rispetto al caso in cui l’intestatario della bolletta sia diverso da chi ha sempre pagato il canone fino all’anno scorso: i vecchi abbonati saranno sostituiti dal componente della famiglia che paga la luce. In caso di pagamento parziale della bolletta, i soldi andranno prioritariamente alla fornitura elettrica. In nessun caso, poi, il mancato pagamento del canone comporterà il distacco della luce. L’ultima novità importante riguarda i rimborsi: se il canone non è dovuto, l’importo dovrà essere restituito mediante accredito della somma sulla prima bolletta utile successiva o con altre modalità, purché la corresponsione della somma avvenga entro 45 giorni. 

© Riproduzione Riservata.