BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

TASSE/ Renzi prepara nuove mance elettorali

Pier Carlo Padoan (Infophoto)Pier Carlo Padoan (Infophoto)

Intanto la riduzione dell’Irap è molto importante per il commercio internazionale, in quanto questa imposta pesa sui costi del lavoro e d’impresa e non è rimborsabile. Quindi o si riduce l’Irap o l’Italia ha un handicap differenziale nei costi di produzione. In secondo luogo, per rilanciare l’economia è necessario risolvere i problemi del credito con leggi efficaci che riguardino lo smaltimento delle sofferenze bancarie. In questo senso sarebbe di grande importanza compiere operazioni di rivitalizzazione del mercato immobiliare.

 

Nello specifico quali?

Per esempio, i conferimenti di immobili alle imprese non dovrebbero pagare l’imposta di registro. Siccome quest’ultima sarà ridotta, diventa conveniente gestire gli immobili tramite le imprese. Chi possiede immobili a uso negozio, capannoni, affitto a terzi paga una cifra spaventosa per l’Imu, che si somma al 45% di imposta sul reddito personale. Se il proprietario potesse conferire l’immobile a un’impresa, dal momento che l’Ires scende al 24%, pagherebbe una percentuale simile alla cedolare secca.

 

Che cosa si può fare invece per il credito?

Vanno evitate misure, come quella sul credito cooperativo, che turbano il mercato bancario.

 

Un altro capitolo fondamentale è quello degli investimenti. Lei che cosa propone?

Il governo dovrebbe sollecitare l’Ue a stanziare somme per gli investimenti, mentre l’incontro Renzi-Juncker non è stato in grado di rilanciare il piano di investimenti per le grandi infrastrutture. Il progetto per il Ponte sullo Stretto andrebbe realizzato anche utilizzando i fondi europei: in una fase in cui il denaro costa poco diventa del resto conveniente.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.