BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Canone Rai 2016 in bolletta/ Per le aziende elettriche spese per qualche decina di milioni di euro (Ultime notizie e news 5 marzo)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

InfoPhoto  InfoPhoto

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE. PER LE AZIENDE ELETTRICHE SPESE PER QUALCHE DECINA DI MILIONI DI EURO (OGGI, 5 MARZO) Il canone Rai in bolletta continua a far discutere. Chicco Testa, Presidente di Assoelettrica, ha infatti spiegato che le aziende elettriche dovranno sostenere dei costi che ammontano a “qualche decina di milioni di euro per tutto il comparto”. Spese che servono a cambiare i sistemi informativi e alla gestione amministrativa, considerato che bisognerà svolgere un lavoro di contabilità per segnalare eventuali casi di evasione dell’imposta. Testa ha spiegato che la sua azienda, Sorgenia, dovrà assumere almeno dieci persone, mentre una più grande come Enel ne dovrà dedicare un centinaio solo al canone. Dunque la richiesta delle aziende elettriche di trattenere una parte del canone incassato è ancora sul tavolo, ha spiegato il Presidente di Assoelettrica.

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE: MINISTERO A LAVORO PER IL DECRETO ATTUATIVO (OGGI, 5 MARZO) – Nell’ambito della Legge di Stabilità il Governo, come noto, è andato a modificare il quadro normativo per quanto concerne il canone Rai, variandone le modalità di pagamento con inserimento rateizzato nella bolletta dell’energia elettrica e mettendo il cittadino nelle condizione di essere lui a dimostrare di non essere in possesso di apparecchi audiovisivi. Un cambiamento che ha innescato polemiche e soprattutto tanta confusione. Per chiarire ogni aspetto, in queste ore il Ministero dello Sviluppo Economico sta definendo il decreto attuativo con il quale verrà presentato all’ente deputato alla riscossione dell’imposta tutti i dati necessari per individuare chi deve pagare e come evitare che nello stesso nucleo familiare il canone venga pagato due volte. Ci sarà nei prossimi giorni una grande collaborazione tra Comuni, Agenzie delle Entrate e Ente titolare della fornitura dell’energia con un enorme flusso di dati.



© Riproduzione Riservata.