BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MONETA 5 EURO / Arriva dalla Germania e costa 15,50 euro: arriva in Italia? (oggi, 14 aprile 2016)

Moneta 5 Euro arriva dalla Germania e costerà 15,50 euro per i collezionisti. Per tutti i cittadini invece avrà valore reale: il caso, i dettagli e la Bundesbank. Oggi 14 aprile 2016

Infophoto Infophoto

MONETA 5 EURO, ARRIVA DALLA GERMANIA E COSTA 15,550 EURO: ARRIVERÀ IN ITALIA? (OGGI, 14 APRILE 2016) - Incredibile ma vero: una moneta da 5 euro che ne vale 15,50, questa la clamorosa storia che arriva dalla Germania e non è una bufala. Il borsellino delle monete da oggi si arricchisce di un piacevole benvenuto, anzi di una nuovissima moneta, quella da 5 euro: è la verità, il nuovo formato che è stato pensato e prodotto dalla Bundesbank con i primi 250mila esemplari che sono già tutti prenotati dai collezionisti, che l’hanno acquistata al costo di 15.50 euro per ogni pezzo. Direte voi, ma perché questa corbelleria? Cosa non si fa per la collezione, cari tedeschi: difatti per quel motivo l’hanno fatto e sono andate subito a ruba tutte i 250mila esemplari. Per tutti gli altri normali cittadini teutonici la moneta per ora solo tedesca da 5 euro sarà disponibile al costo questa volta del valore reale, semplicemente recandosi in un qualsiasi sportello bancario in Germania. Ma perché questa scelta? Ai più appare come una sorta di esperimento per provare a vedere se in effetti con le monete di più alto valore in tasca l’encomia viene ulteriormente rilanciata e a quel punto sarà magari introdotta nell’intera Unione Europea. Eh sì, da noi in Italia al momento non arriverà perché quella moneta può circolare solo all’interno del territorio tedesco: ma finisce qui l’elemento esperimento, visto che in Germania ha assolutamente valore legale. «La vendita è limitata ad una sola moneta al giorno per persona», si legge sul sito della banca centrale tedesca: per ora dunque la si terrà per collezione, ma resta comunque spendibile e con valore legittimo. Siamo alla vigilia di una innovazione a livello europeo? Dovremo attendere forse il primo anno e poi lo dovremmo sapere.

© Riproduzione Riservata.