BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA/ Morando conferma la scadenza di luglio (ultime notizie e news 19 aprile)

Canone Rai 2016 in bolletta, ultime notizie e news live: ecco come fare per riuscire ad ottenere l’esonero del pagamento annuale. Tutte le info (Ultime notizie e News live 19 aprile).

Sede Rai Sede Rai

Il Governo “tira dritto” sul Canone Rai 2016 in bolletta. Intervenendo a un incontro in programma a Genova, Enrico Morando ha infatti evidenziato che problemi e polemiche sulla novità dell’imposta sulla tv sono “assolutamente ingigantiti”. Per il viceministro dell’Economia, il Consiglio di Stato non ha bocciato il canone Rai, ma ha solo dato delle indicazioni su alcune modifiche che il Governo provvederà ad approntare in modo che con la bolletta di luglio si possa iniziare a pagare l’imposta, così come previsto. Morando ha quindi sottolineato che con la novità introdotta verrà fatto pagare meno alle persone oneste che hanno sempre provveduto a versare il canone negli anni passati.

In questi giorni in cui l’attenzione dell’opinione pubblica è stata maggiormente monopolizzata dal Referendum sulle Trivelle, la clamorosa bocciatura subita dal decreto attuativo per il canone Rai da parte del Consiglio di Stato, ha fatto meno rumore. Per il Governo Renzi ci sono da limare alcune imprecisioni contenute nel testo che di fatto lo hanno reso incostituzionale. L’obiettivo è quello di riproporlo al Consiglio di Stato nel più breve lasso di tempo possibile allo scopo di non subire ulteriori ritardi sui pagamenti che dovrebbero avere inizio nel prossimo mese di luglio con la prima maxi rata di 70 euro alla quale dovrebbero far seguito altre tre dell’importo di 10 euro l’uno. Questi sono giorni frenetici anche per i cittadini che si trovano nelle condizioni di poter chiedere l’esonero del pagamento del canone in quanto non in possesso di alcun apparecchio audiovisivo negli immobili dove è stato installata una utenza di energia elettrica. Per richiedere l’esenzione è necessario compilare l’apposita autodichiarazione sostitutiva il cui modello aggiornato è possibile scaricare sul sito dell’Agenzia delle Entrate. L’autodichiarazione ha validità annuale per cui nel prossimo anno dovrà essere ripresentata. La scadenza di presentazione è ormai prossima in quanto è fissata nel 30 aprile nel caso di invito per posta e del 10 maggio nel caso in cui si vogliano utilizzare i canali telematici. Tuttavia va ricordato come ci potrebbe essere una proroga fino al 15 maggio.

© Riproduzione Riservata.