BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ONORATO vs GRIMALDI/ Nuovo round della disputa per il cabotaggio

Pubblicazione:mercoledì 20 aprile 2016

Infophoto Infophoto

Nuovo capitolo della disputa tra i due armatori italiani in lite da mesi sul mercato del cabotaggio verso i porti della Sardegna. Il casus belli questa volta arriva dalle dichiarazioni di Guido Grimaldi, del Gruppo omonimo, che ha annunciato che non rinnoverà il contratto di noleggio alla Tirrenia, siglato nel 2012.

La replica di Vincenzo Onorato, proprietario della Tirrenia non si è fatta attendere e oggi con una lettera ai giornali stampa - pubblicata in evidenza dal Secolo XIX di Genova – dichiara: "Apprendo dalla stampa delle dichiarazioni dell'armatore Guido Grimaldi che ci informa che non intende rinnovare alla Tirrenia i noleggi delle sue quattro navi allo scadere dei contratti, rispettivamente nel 2018 e nel 2020, e che le impiegherà sulle rotte per la Sardegna. Non vorrei che un'attesa così lunga frustrasse le ambizioni e i programmi di questo giovane armatore. Intendo favorire il programma di sviluppo della Grimaldi per la Sardegna", aggiunge ironicamente Onorato: "Sono disponibile alla risoluzione anticipata dei contratti di noleggio con la Grimaldi e alla restituzione di tutte le navi a decorrere dal1novembre 2016. Spero che il giovane Grimaldi apprezzi questo gesto anche se, devo confessare, non del tutto disinteressato". 

La lettera aperta dello skipper di "Mascalzone Latino" specifica che si parla "di vecchi contratti stipulati fra la Grimaldi e la Tirrenia di Ettore Morace. La Tirrenia infatti spende circa 17 milioni di euro l'anno per noleggi assolutamente fuori mercato già all'epoca della firma. La Tirrenia - ha scritto Onorato - sta di fatto sovvenzionando un proprio concorrente e su questi noleggi registra sensibili perdite. Grazie alla nota generosità del Signor Guido risparmieremo circa 17 milioni l'anno e favoriremo l'ingresso di altre navi sulla Sardegna. Con la speranza che non avrà ripensamenti, da subito il nostro ufficio legale prenderà prontamente contatto con quello della Grimaldi per la risoluzione anticipata dei contratti in essere".



© Riproduzione Riservata.