BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA/ I nuovi spot su canali Rai per la campagna informativa (Ultime notizie e news 30 aprile)

Canone Rai 2016 in bolletta, ultime notizie e news live: ecco come comportarsi se il contribuente risulta ricoverato in una casa di riposo (Ultime notizie e News live 30 aprile)

Sede RaiSede Rai

Come anticipato dal ministro Padoan, è partita la nuova campagna informativa sul canone Rai, che comprende anche degli spot sulle reti della tv pubblica. Sparita la pubblicità con gli interruttori, ora più schematicamente vengono riassunte le novità del canone, spiegando in particolare chi non è tenuto a pagarlo. Viene quindi ricordato che i cittadini con più di 75 anni e un reddito fino a 6.713,98 euro possono chiedere l’esenzione, mentre chi non è un possesso di un televisore può, attraverso la dichiarazioni sostitutiva, evitare di trovarsi l’addebito in bolletta. Come pure coloro che guardano i canali tv attraverso smartphone, tablet o pc privi di sintonizzatore. Nello spot non sono però specificati i classici “casi particolari”, per cui si rimanda al sito dedicato www.canone.rai.it. Basterà per informare i cittadini?

Il Consiglio di Stato in queste ore ha dato il proprio assenso al decreto attuativo con cui il Governo regolamenta le nuove disposizioni del Canone Rai di cui ricordiamo che il pagamento della prima maxi rata dovrebbe essere confermata nella bolletta energetica del mese di luglio. Tuttavia ci sono tante casistiche a cui occorre dare risposta per informare i cittadini su come comportarsi. Ad esempio cosa succede se il titolare di una utenza energetica e proprietario di un immobile si trova ricoverato presso una casa di riposo? Dal sito dell’Agenzia delle Entrate si legge: “se il contribuente detiene un apparecchio tv nella propria abitazione è tenuto al pagamento del canone Rai  anche se ricoverato. Se invece non possiede la Tv, per evitare l’addebito nella fattura elettrica, dovrà presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione”. Per cui se ci si ritrova in questa situazione occorre presentare celermente il modello,visto che la scadenza della presentazione è fissata per il 16 maggio.

© Riproduzione Riservata.