BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

730 PRECOMPILATO 2016/ News, dal 15 aprile online. Solo 560 le opposizioni sulle spese mediche (ultime notizie, oggi 6 aprile)

Pubblicazione:mercoledì 6 aprile 2016 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 6 aprile 2016, 12.43

Fotolia Fotolia

MODELLO 730 PRECOMPILATO 2016, DAL 15 APRILE ONLINE. SPESE SANITARIE: SOLO 560 LE OPPOSIZIONI ALLA TRASMISSIONE DEI DATI ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE Il 730 precompilato sta per essere reso disponibile online dall’Agenzia delle Entrate. E conterrà molte delle spese sanitarie sostenute dai contribuenti. Non però dei 560 italiani (stando ai dati riportati oggi da Il Sole 24 Ore) che hanno presentato opposizione alla trasmissione dei dati all’Agenzia delle Entrate, che non ha quindi avuto modo di inserirli nella loro dichiarazione dei redditi. L’opposizione poteva essere fatta nei primi mesi dell’anno direttamente all’Agenzia delle Entrate o sul sito del Sistema Tessera Sanitaria. Si può comunque presentare opposizione per il futuro anche via mail, fax o telefono. Cliccando qui sono disponibili le informazioni del sito dell’Agenzia delle Entrate.

MODELLO 730 PRECOMPILATO 2016, DAL 15 APRILE ONLINE, 700 MILIONI DI DATI IN PIÙ – Mancano poco meno di 10 giorni all’arrivo sul sito dell’Agenzia delle Entrate del modello 730 precompilato 2016. Un deciso vantaggio per i cittadini che potrebbero tranquillamente fare a meno di CAF e commercialisti per inoltrarlo. Infatti, rispetto al modello dello scorso anno, questo si presenta decisamente più ricco con ben 700 milioni di dati in più tra spese mediche, tasse per l’università, spese per i funerali e per la previdenza complementare. Il maggior contributo arriva proprio dalle spese sanitarie che complessivamente rappresentano ben 530 milioni di dati. Il modello 730 precompilato può essere inviato a partire dal prossimo 2 maggio così com’è oppure con le opportune modiche nel caso dovessero esserci errori, dal proprio personal computer oppure affidandolo ai Caf o professionisti abilitati alla trasmissione.



© Riproduzione Riservata.