BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA E POLITICA/ "Fate presto" a salvare le banche italiane (ma Renzi è "unfit")

Pubblicazione:

Il governatore Bankitalia, Ignazio Visco (Infophoto)  Il governatore Bankitalia, Ignazio Visco (Infophoto)

Nel frattempo non sono pochi i protagonisti e gli osservatori che - fra l'imbarazzato e il rassegnato - notano come il "grande progetto" proposto del governo ai capi di banche e fondazioni non sia alla fine molto più di una scopiazzatura affannata del "piano Apollo" per Carige. E il confronto è già spietato: un governo attorniato dall'intero establishment bancario nazionale non riesce a mettere a punto una proposta credibile e completa di cifre (cioè di capitali vesi) come quella da 1 miliardo messa sul tavolo già una decina di giorni fa da un singolo fondo privato. Una proposta ferma per sofferenze e capitale di una singola banca, ma estendibile alle quattro banche "risolte" che l'Italia deve vendere entro il 30 settembre.

E se in Italia il governo - il governo Renzi - "si dimettesse" da gestore fallimentare della politica creditizia e lasciasse "fare al mercato"? Lasciasse, a questo punto, che singole banche e singole fondazioni gestissero singoli progetti di salvataggio. Quelli possibili, alle condizioni possibili. Meglio eventualmente altre "risoluzioni" - ma stavolta ben gestite - che i tentativi - patetici e invariabilmente malgestiti - di evitare le risoluzioni chiedendo dalla Bce l'inutile elemosina di altri dieci giorni.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
08/04/2016 - Questo è il renzismo (Carlo Cerofolini)

Questo è il renzismo bellezza, ovvero dilettanti allo sbaraglio. O no?