BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BANCHE E POLITICA/ Il potere che "fa gola" da Carige a Veneto Banca

InfophotoInfophoto

Almeno, è quel che mostra di pensare la lista antagonista, promossa dall’ex presidente del Tribunale di Treviso Luigi Schiavon - “bestia nera” della gestione Zonin da molto prima che il bubbone esplodesse - e capeggiata da Stefano Ambrosini, 47 anni, docente universitario, avvocato civilista esperto in diritto commerciale e bancario già commissario di grandi aziende in crisi, da Alitalia a Tirrenia, da Bertone alla Fondazione Maugeri, nonché dal 2008 consigliere di Compagnia di San Paolo, seconda fondazione bancaria italiana e primo azionista di Banca Intesa, e dal 2015 presidente di Eurofidi, il più grande consorzio fidi italiano. Anche la lista Ambrosini sembra gradita alla Bce. Quale delle due lo sarà di più? E poi…quanto conta, alla fine, davanti al voto dei soci in assemblea il lontano pensiero dei burocrati di Francoforte?

“Siamo un gruppo di persone assai qualificate che vogliono mettere le loro diverse esperienze al servizio di questa banca e del suo progetto di sviluppo”, ha spiegato Ambrosini, “un progetto ancorato al territorio che però non dimentica il contesto globale e le prospettive di auspicabili integrazioni con altre realtà, come da puntuali indicazioni della Bce”. Una lista “di sistema”, dunque: “L’eventuale intervento del fondo Atlante può rappresentare un mezzo formidabile di rafforzamento e di rilancio”, ha aggiunto Ambrosini. Che non a caso vanta in lista una presenza direttamente renziana, l’ex consulente di palazzo Chigi Carlotta De Franceschi, tra le “menti” che hanno ispirato quella riforma delle popolari per cui oggi la Vicentina e altre nove ex cooperative diventano società per azioni…

Vabbè, vinca il migliore. Certo è che, nell’insieme, il potere bancario fa sempre gola. Per abusarne o gestirlo con tutta coscienza? E se lo si gestisce con coscienza, che ebbrezza di potere potrà mai dare? Più che altro mal di testa per le responsabilità… oppure, per i più ottimisti e pazienti, anche belle opportunità professionali. Se e quando la grande crisi sarà finalmente archiviata.

© Riproduzione Riservata.