BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTTA/ Oggi 10 maggio ultime notizie e news live. Federproprietà contro il silenzio-accollo dell'imposta

Canone Rai 2016 news con le novità riguardanti il pagamento della tassa sulla tv da quest’anno direttamente in bolletta e le ultime notizie sull’azienda televisiva di Stato

InfophotoInfophoto

Si avvicina la data di scadenza per l’invio della dichiarazione sostitutiva utile a non pagare il canone Rai in bolletta nei casi in cui l’imposta non sia dovuta. C’è tempo infatti fino a lunedì 16 maggio per farlo. Nel frattempo Federproprietà Calabria segnala con preoccupazione che c’è stata una scarsa campagna informativa sulla possibilità che i cittadini hanno di non pagare il canone se non hanno il televisore in casa. L’associazione dei proprietari di immobili se la prende con il sistema del “silenzio-accollo”, per cui l’intestazione di una fornitura di energia elettrica residenziale fa presupporre il possesso di una tv. E chiede quindi che i cittadini vengano maggiormente informati sulla possibilità di chiedere l’esenzione, anche per non rischiare in certi casi di pagare due volte.

Il Governo Renzi nell’ultima legge di Stabilità ha reso effettiva una riforma da molti anni al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica senza tuttavia essere mai affrontata: quella del canone Rai. In pratica da questo 2016 non si paga più per mezzo di bollettino postale, l’importo annuale è stato abbassato a 100 euro e soprattutto è stato introdotto il principio di detenzione dell’apparecchio tv con conseguente collegamento del canone all’utenza energetica. In pratica ora è il cittadino a dover informare lo Stato nel caso non abbia in casa un apparecchio che gli possa permettere di vedere la tv e quindi di essere esente dal pagamento. Stando al decreto attuativo la prima rata del canone Rai 2016 dovrebbe essere prevista nella bolletta di luglio. Sull’argomento ha però posto dei dubbi l’amministratore delegato dell’Enel, Francesco Storace che facendo notare come le bollette di luglio di solito vengano preparate nel mese di maggio, al momento manca ancora un importante passaggio formale: “Il nostro ciclo di fatturazione è di due mesi. A luglio si riceveranno le bollette che noi prepariamo a maggio, manca ancora un passaggio formale ma c’è ancora qualche giorno di margine, credo che si possa riuscire”.

Non mancano molti giorni alla scadenza per l’invio della dichiarazione sostitutiva necessaria a non vedersi addebitato il Canone Rai in bolletta. E oggi è arrivato un annuncio importante da parte di un dirigente dell’Agenzia delle Entrate. Paolo Savini, Direttore centrale Servizi ai contribuenti, è stato infatti ospite della trasmissione Mi Manda Rai Tre e ha spiegato che ci saranno dei controlli a campione sulle dichiarazioni inviate. Ricordiamo che per una falsa dichiarazione si può anche rischiare il carcere.

Per chi intende avvalersi dell’esenzione dal canone Rai in bolletta c’è un’importante notizia. Se infatti si invierà la dichiarazione sostitutiva oltre il 16 maggio, ma entro il 30 giugno, non si riceverà comunque un addebito sul conto elettrico, anche se di importo inferiore a quello normale di 100 euro. Di fatto si dovrebbe pagare il primo semestre 2016 e il calcolo del dovuto è meno immediato di quanto si pensi.

Non si andrebbe, infatti, a pagare 50 euro, ma 51,03. Lo riferisce il sito Pmi.it, che ha contattato i tecnici dell’Agenzia delle Entrate proprio per sapere cosa succederà nel caso di invio in ritardo della dichiarazione sostitutiva predisposta proprio per non pagare, nel caso non si sia tenuti a farlo, il canone Rai.

Pmi.it specifica che questa situazione riguarda solamente coloro che dichiarano di non avere un televisore, perché negli altri casi l’esenzione vale automaticamente per tutto l’anno. Il fatto di comunicare di non avere l’apparecchio tv viene quindi considerato valido solo per la seconda parte dell’anno.

© Riproduzione Riservata.