BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a -3,17%. Unicredit, nessun aumento di capitale in vista

Pubblicazione:martedì 10 maggio 2016 - Ultimo aggiornamento:martedì 10 maggio 2016, 17.36

Infophoto Infophoto

MPS NEWS (aggiornamento delle ore 17:35) Piazza Affari termina la seduta a +1,41%, ma Mps cede il 3,17%, fermandosi a 58 centesimi ad azione. Oltre ad aver smentito che sia necessario un aumento di capitale per Unicredit, Federico Ghizzoni ha spiegato, durante la presentazione dei risultati trimestrali della banca di cui è amministratore delegato, che finora da Atlante sono stati assorbiti 300 degli 840 milioni di euro che Unicredit si è impegnata a versare. Qualora Atlante raggiungesse i 6 miliardi di raccolta massima previsti, l'impegno di Unicredit salirebbe fino al massimo di 1 miliardo di euro. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 12:05) Piazza Affari resta in rialzo e Mps guadagna il 2,5%, mantenendosi sopra i 61 centesimi ad azione. La Banca d'Italia ha fatto sapere che a marzo il tasso di crescita delle sofferenze bancarie è stato pari al 3,9%, in calo rispetto al 4,7% di febbraio. Lo stesso tasso corretto per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, risulta pari al 13,6%, in leggero aumento rispetto al 13,5% di febbraio. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 9:10) Piazza Affari si muove in rialzo e Mps sale dell’1,8%, superando i 61 centesimi ad azione. Secondo quanto scrive Il Messaggero, Veneto Banca sarebbe al centro dell’interesse di almeno 4 soggetti, che starebbero aspettando di vedere come procede l’aumento di capitale prima di muoversi per “accaparrarsi” l’istituto di Montebelluna. I nomi che circolano sono quelli di Ubi Banca, Bper e altre due banche che restano per il momento “nascoste”.



© Riproduzione Riservata.