BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Canone Rai 2016 in bolletta/ Oggi 2 maggio. Assistenza agli italiani con "Il Fisco mette le ruote" (ultime notizie e news)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE. CON "IL FISCO METTE LE RUOTE" ASSISTENZA AGLI ITALIANI SULL'IMPOSTA TV (OGGI, 2 MAGGIO) Parte oggi dall’Aquila, in Abruzzo, l’iniziativa dell’Agenzia delle Entrate chiamata “Il Fisco mette le ruote”. In pratica un ufficio mobile dell’Agenzia girerà l’Italia fino al 9 luglio (tappa conclusiva a Flumini di Quartu Sant’Elena in Sardegna) per aiutare i cittadini su canone Rai e dichiarazioni dei redditi precompilate. Sarà quindi un momento importante per i tanti cittadini che hanno dei dubbi da chiarire sull’imposta relativa alla televisione. “La Rai, infatti, metterà a disposizione un proprio funzionario che risponderà a tutti i dubbi dei cittadini”, si legge nel comunicato dell’Agenzia delle Entrate. Cliccando qui è possibile vedere in quale periodo “Il Fisco mette le ruote” sarà nelle varie regioni italiane.

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE. PER ILGIORNALE.IT SI RISCHIA DI PAGARE IL DOPPIO (OGGI, 2 MAGGIO) Siamo entrati in un mese importante per il Canone Rai in bolletta, dato che entro il 16 maggio va inviata la dichiarazione sostitutiva per non vedersi addebitata l’imposta nel conto elettrico nel caso non la si debba pagare. Tuttavia, il sito de Il Giornale lancia l’allarme, secondo cui ci sono famiglie e coppie di fatto che rischiano di vedersi addebitare due volte il canone. Questo perché la base dell’imposta risulta essere la fornitura di energia elettrica residenziale e non la residenza anagrafica. Quindi non è affatto detto che la dichiarazione sostitutiva basti a evitare la doppia imposizione se tocca ai Comuni verificare l’effettiva convivenza e la sussistenza dei vincoli affettivi.

“Cosa improbabile”, scrive IlGiornale.it, secondo cui, quindi, c’è il serio rischio che qualcuno paghi il doppio del dovuto. Resta da vedere se si tratti di un eccessivo “allarmismo” o se davvero gli italiani corrano questo rischio. Forse un chiarimento dell’Agenzia delle Entrate potrebbe fugare ogni dubbio prima ancora del recapito delle bollette 

< br/>
© Riproduzione Riservata.