BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

ABOLIZIONE EQUITALIA/ Il vuoto dietro la proposta di Renzi

La sede di Equitalia (Infophoto)La sede di Equitalia (Infophoto)

Il problema si origina nel momento stesso in cui si inverte il nesso di prova, al punto che è il cittadino a dover dimostrare di essere onesto e non invece lo Stato a dovere dimostrare che qualcuno ha evaso le tasse. La conseguenza infatti è che il meccanismo viene percepito come vessatorio. E soprattutto viene percepito vessatorio un sistema fiscale dove sempre più spesso il prelievo è slegato dal reddito.

 

In che senso?

Suppongo che nessuno abbia mai considerate particolarmente vessatorie le imposte sul reddito da lavoro dipendente. Uno trova il prelievo in bustapaga, può ritenere che le aliquote siano troppo alte, ma ciò non è percepito come un’ingiustizia particolare. Viene invece percepito come vessatorio il fatto che un’impresa che non produce reddito si trovi comunque costretta a dover pagare tasse molto elevate. È per questo che la proposta della flat tax solo su redditi effettivamente percepiti o incassati diventa fondamentale.

 

Renzi ha proposto anche di tagliare le tasse al ceto medio. Almeno su questo è d’accordo con lui?

Mi farà piacere vederlo quando questo piano sarà attuato. Lo vaglierò con attenzione per evitare dei raggiri, ma vorrei ricordare che la flat tax è molto differente rispetto a una rimodulazione delle aliquote. In ogni caso le nostre proposte sono scritte, se qualcun altro prende le nostre idee e le porta avanti io sono solo contento.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.