BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA E POLITICA/ La grande illusione che ci consegna alla Germania

Infophoto Infophoto

La circolazione di quelle elites politiche sarebbe messa gravemente a rischio. Per questo esse adornano il labirinto di specchi con dei festoni, delle lampade e dei giochi luminosi che stordiscano i popoli e in primis ammansiscano gli inglesi che dall’Ue vogliono uscire.

Si tratta tuttavia di una politica di cortissimo respiro, come ho cercato di dimostrare, perché punta solo su manovre fondate sui benefici immediati prima ricordati. E infatti, appena si leva il capo oltre quella siepe, si cade nello sconcerto e anche nello stupore dinanzi a visioni di così angusto respiro, tipiche di classi dominanti che non riescono a farsi dirigenti.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
23/05/2016 - flessibilità concessa (antonio petrina)

Nella missiva del 17 c m l'UE concede la flessibilità per le riforme iniziate ed il deficit del 1,8% per il 2017 per stabilizzare e iniziare a ridurre il debito ,nonchè conseguire il pareggio di bilancio nel 2019,come nelle previsioni del DEF.

 
21/05/2016 - Fandonie (Michele Ballarini)

Riporto da un sito specializzato:"Cosa abbastanza singolare, siamo sempre noi che dovremmo accettare condizionamenti dalla Commissione Europea e dalla Bce su come si spendono i nostri soldi della fiscalità generale e ancor peggio quelli della contribuzione previdenziale che vengono mischiati nel calderone del bilancio dello stato per pagare l'assistenza e ripianare il deficit mentre si distribuiscono 15 miliardi circa agli imprenditori con il jobs act (decontribuzione previdenziale) non si colpisce la corruzione, si lascia l'evasione fiscale "libera e bella" (non certo per i lavoratori dipendenti) e si continuano a pagare assurde pensioni d'oro e vitalizi ai politici (in aggiunta anche a laute pensioni)". Per contro, la Germania, che non molti anni fa ha seminato devastazioni e lutti per l'Europa, oltre a quel minuscolo dettaglio che si chiama Olocausto, si permette di dettare regole. Alla Germania farei pagare i danni della guerra, con l'obbligo di tacere nel consesso europeo. Per fortuna che Renzino, l'Erdogan de noantri, si erge a difesa della nostra autonomia. Bravo! Ma che ne pensa Padoan, il suo tutore?