BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Canone Rai 2016 in bolletta/ Ultime notizie: istruttoria Anac per assunzione dirigenti esterni della Rai (Oggi 28 Maggio)

Canone Rai 2016 in bolletta, ultime notizie su esenzione: continuano in tutta Italia tentativi di truffe ai danni di ignari cittadini. Allerta massima (Ultime notizie e News live 27 maggio)

InfoPhoto InfoPhoto

Come se non bastassero le polemiche sul Canone in bolletta, per la Rai arriva un’altra brutta notizia. L’Autorità nazionale anticorruzione, dopo l’esposto dell’Usigrai, ha infatti avviato un’istruttoria relativa all’assunzione di una ventina di dirigenti esterni da parte di viale Mazzini. Il sindacato dei giornalisti ritiene infatti che oltre ad andare contro la disposizione di un tetto massimo del 5% per le assunzioni a tempo determinato tra i dirigenti, le scelte dei vertici aziendali siano in contrasto con alcune norme anticorruzione e di trasparenza, dato che sarebbe obbligatoria una “ricognizione preliminare interna” per ricoprire la posizione ricercata.

Le modifiche che il Governo Renzi ha introdotto nell’ultima Legge di Stabilità in tema di canone tv Rai stanno per diventare esecutive a tutti gli effetti. Infatti, il prossimo martedì 31 maggio 2016 il decreto attuativo elaborato dal Mise ed approvato dal Consiglio di Stato dopo alcune modifiche, sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale rendendolo di fatto operativo in termine di legge. Un decreto nel quale sono presenti importanti indicazioni e chiarimenti anche per il cittadini su come comportarsi valutando la propria posizione in determinati casi come ad esempio quello di essere residente in un immobile senza essere il titolare dell’utenza energetica (caso piuttosto comune tant’è che sono migliaia gli inquilini di appartamenti e case prese in affitto senza operare la voltura del contratto di utenza elettrica). Stando alle anticipazioni soltanto per quest’anno gli inquilini sono tenuti a versare il canone in un’unica soluzione, quindi pari a 100 euro, entro il 31 ottobre 2016. Insomma, non resta che pazientare ancora pochi giorni prima di scoprire tutti i chiarimenti presenti nel Decreto Attuativo del Mise che certamente è destinato ad creare malumori nei cittadini.

Con la sua proposta di “scontare” il costo del canone Rai dalla bolletta elettrica per i nuovi clienti, Edison punta certamente ad aumentare la sua quota di mercato. Tuttavia non sembra essere l’unica azienda elettrica intenzionata a fare promozioni particolari. Francesco Starace ha infatti spiegato che l’idea di Edison è venuta a tanti altri gestori già al momento della presentazione del provvedimento che ha inserito l’imposta sulla tv nel conto elettrico. Enel ha però “valutato di fare uno sconto, ma non riconducibile al canone Rai”. Vedremo quale avrà più effetto sugli italiani.

Si avvicina sempre di più il mese di Luglio, ed ossia il termine fissato dal Governo Renzi come il primo mese nel quale le aziende che gestiscono le utenze energetiche in tutta Italia, dovranno riscuotere la prima maxi rata da 70 quale corrispettivo per il Canone Tv Rai. Una data storica,che segna un cambiamento che in Italia avviene dopo tantissimi e maldestri tentativi di cercare di minimizzare una divagante evasione fiscale che secondo alcune stime aveva raggiunto nell’ultimo anno addirittura il 40%. Come spesso accade, malintenzionati e furbetti cercano di sfruttare a proprio vantaggio questo periodo transitorio che sta portando i cittadini italiani ad una nuova regolamentazione in fatto di canone Rai. In parole povere si registrano quotidianamente tentativi di truffe e raggiri da parte di malfattori di ogni sorta, che tentano con diversi approcci di raggiungere i propri obiettivi. Nelle ultime ore è giunta notizia di come nella provincia di Empoli in Toscana, siano state diverse le segnalazioni di cittadini che hanno evidenziato di essere stati contattati da presunti funzionari dell’Agenzia dello Stato che segnalando presunte irregolarità chiedevano alcuni dati sensibili come coordinate bancarie. Sulla questione ha poi fatto luce l’Agenzia delle Entrate invitando i cittadini a tenere alta l’asticella dell’allerta e nel segnalare casi similari.

© Riproduzione Riservata.