BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Canone Rai 2016 in bolletta/ Oggi 5 maggio. Il modello per la dispensa 'internazionale' (ultime notizie e news)

Canone Rai 2016, le ultime notizie sulla tassa relativa alla televisione che viene pagata direttamente nel conto elettrico e le news sull'azienda pubblica della tv

Infophoto Infophoto

In questi giorni si stanno definendo, anche grazie all’approvazione da parte del Consiglio di Stato del decreto attuativo, tutte le dinamiche relative al canone Rai in conseguenze delle novità introdotte dal Governo nell’ambito della Legge di Stabilità. Per quanto concerne la dispensa “internazionale” dal pagamento del canone, è stato approvato nella giornata un apposito modello che è possibile visionare e scaricare dal sito dell’Agenzia delle Entrate oppure in alternativa dal sito Canone Rai. Ovviamente per essere esonerati occorre che non vi sia all’interno dell’immobile un apparecchio tv, oppure il titolare sia un agente diplomatico, un funzionario consolare, un funzionario di organizzazioni internazionali esenti oppure un militare di cittadinanza non italiana e personale civile non residente in Italia.

Antonio Razzi, il politico abruzzese noto per l’imitazione di Maurizio Crozza, ha presentato un’interrogazione al ministero dello Sviluppo economico per chiedere di abolire il Canone Rai per gli italiani residenti all’estero. Il Senatore di Forza Italia fa infatti presente che questi cittadini non stanno prevalentemente nell’abitazione italiana e dunque, anche se hanno il televisore, “non usufruiscono per l'intero periodo di imposta o per gran parte di esso delle trasmissioni radiotelevisive italiane”. Razzi evidenzia anche che spesso all’estero pagano già un analogo canone, senza dimenticare Imu, Tari e Tasi come seconda casa che versano sulle proprietà in Italia.

Il Consiglio di amministrazione della Rai ha approvato ieri il bilancio al 31 dicembre 2015, chiuso con una perdita di 25,6 milioni di euro. Il canone Rai lo scorso anno ha portato nelle casse dell’azienda 1,63 miliardi, costituendo quindi una buona parte dei 2,49 miliardi dei ricavi totali. I costi operativi sono stati pari a 1,96 miliardi, in discesa del 5,2% rispetto all’anno precedente. Antonio Campo Dall’Orto ha commentato questi risultati evidenziando che confermano la capacità dell’azienda di gestire la propria attività con criteri economici. “Ora dobbiamo cogliere la sfida del piano industriale, recentemente approvato all'unanimità dal Consiglio di Amministrazione e che punta a trasformare la Rai in una moderna ed efficiente Media Company: è un lavoro che abbiamo cominciato mesi fa e che potrà essere portato a termine soprattutto grazie al grande valore professionale di tutti i dipendenti. La Rai dimostrerà in questo modo di saper svolgere pienamente il proprio ruolo di Servizio pubblico, meritando così le risorse messe a disposizione tramite il canone”, ha aggiunto il Direttore generale.

© Riproduzione Riservata.