BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALTERNATIVA PER L'ITALIA/ Rinaldi: smantelliamo l'euro per non finire "schiavi"

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Le nostre iniziative saranno tese ad allacciare rapporti costruttivi con i partner europei affinché si proceda a uno smantellamento concordato e pianificato dell’euro. In ogni caso se non si giungerà ad accordi condivisi, ci batteremo per l’uscita unilaterale dell’Italia dalla moneta unica, senza se e senza ma, prima che fatti traumatici infliggano altre maggiori pene alla popolazione e al sistema delle imprese. Per ottenere questo risultato non siamo contrari all’introduzione di qualsiasi strumento, anche monetario, che consenta di agevolare il percorso che giunge al ripristino della piena democrazia in tutti i suoi aspetti.

 

Alternativa per l’Italia è un partito di destra o di sinistra?

Noi non ci collochiamo nell’attuale panorama politico, perché riteniamo che i vecchi schemi siamo superati, ma siamo disponibili ad allacciare collaborazioni con chiunque persegua i nostri stessi obiettivi.

 

Il nome Alternativa per l’Italia ricorda quello di Alternative fur Deutschland (AfD). Quali sono i punti di contatto?

Noi partiamo da presupposti che sono diametralmente opposti rispetto a quelli del partito tedesco. AfD sostiene che l’attuale conduzione europea, e in particolare la moneta unica, sia a danno dei cittadini tedeschi che ne sopportano gli oneri e i costi. Noi invece partiamo dal presupposto che la stessa conduzione europea e la gestione della moneta unica privilegi oltremodo la Germania, a discapito degli altri Paesi e in particolare dell’Italia. Poi se AfD persegue l’uscita della Germania dall’euro, noi senz’altro siamo d’accordo.

 

Il suo partito come valuta la proposta di Renzi di ridurre le aliquote fiscali?

Sono tutti spot elettorali, che guarda caso escono sempre in prossimità delle elezioni. Per gli Stati che appartengono all’unione monetaria, è possibile sopperire al fabbisogno dello Stato soltanto con l’utilizzo della leva fiscale ovvero con il taglio della spesa. È quindi impossibile che Renzi riesca ad abbassare e uniformare le aliquote. Il governo cambierà il nome a qualche tassa e ne inventerà qualcun'altra con un altro nome.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.