BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA/ Oggi 8 maggio. Dichiarazione sostitutiva, per l’invio con Pec serve la firma digitale (ultime notizie e news)

Canone Rai 2016 news con le novità riguardanti il pagamento della tassa sulla tv da quest’anno direttamente in bolletta e le ultime notizie sull’azienda televisiva di Stato

InfophotoInfophoto

Come noto, tra pochi giorni scadrà l’invio per la dichiarazioni sostitutiva necessaria a non vedersi addebitare l’imposta sulla tv nel caso non la si debba pagare. Una delle modalità per farlo è attraverso la mail certificata pec. Tuttavia ad alcuni potrebbe essere sfuggito il fatto che in questo caso occorre utilizzare la firma digitale. Tom’s Hardware, portale specializzato nell’informatica, ha ricordato la cosa, segnalando anche come non sia semplicissimo dotarsi di una firma digitale, che appare in ogni caso necessaria per “verificare la provenienza, l’integrità e l’immodificabilità del documento informatico”, come ricorda Davide Mazzotta dello Studio legale associato Fioriglio-Croari. “Tuttavia si potrebbe ipotizzare una interpretazione estensiva della norma a favore del contribuente: così, si potrebbe ammettere l’invio a mezzo PEC di una scansione firmata dal dichiarante (magari corredata di un documento di identità) per raggiungere un accettabile compromesso”, aggiunge Mazzotta. Si tratta però di un’interpretazione, dunque non c’è una garanzia assoluta del fatto che si possa utilizzare la scansione firmata, anche se appare una soluzione di buon senso.

© Riproduzione Riservata.