BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

RIPRESA?/ L'Italia può diventare il "bastian contrario" del Pil

Pier Carlo Padoan (Infophoto)Pier Carlo Padoan (Infophoto)

Quest’anno credo di sì, anche perché nel corso del 2015 noi non ci siamo allontanati di molto dalle stime del governo. Ciò che è importante è pensare anche al Mezzogiorno, che è la parte debole non soltanto del nostro Paese ma della stessa Ue.

 

Che cosa si può fare per il Mezzogiorno?

Studi recenti hanno dimostrato che l’investimento pubblico nel Meridione permette una maggiore attrattività degli investimenti privati rispetto a quanto avviene nello stesso Centro-Nord. Se si riuscirà a utilizzare la flessibilità concessa dall’Ue per attuare investimenti al Sud, ciò consentirà di risolvere in parte il problema della disoccupazione nel Mezzogiorno.

 

Alla luce del fatto che le esportazioni non tirano, la domanda interna è sufficiente per fare crescere il Pil?

Non è detto che le nostre esportazioni non tirino, perché il Made in Italy rimane l’orgoglio del nostro Paese soprattutto in alcuni settori. Per quanto riguarda invece la domanda interna, nel 2015 sono stati attuati degli sgravi fiscali alle imprese, è stato introdotto il bonus da 80 euro che probabilmente sarà esteso anche alle pensioni più basse. Più che all’Italia, la sua domanda andrebbe sottoposta alla Germania, il cui Pil si basa eccessivamente sulle esportazioni anche ben al di là di quanto prevedono i trattati europei.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.