BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

NOTIZIE UNICREDIT/ In Borsa a -1,8%. Papa: il calo è dovuto ai timori di Brexit (ultime notizie, 14 giugno)

Vediamo le notizie del giorno su Unicredit: dall'andamento delle azioni in Borsa alle news e ai rumors riguardanti la banca di piazza Gae Aulenti e le altre banche italiane

InfophotoInfophoto

Unicredit continua a perdere in Borsa (-1,8%), ma Gianni Franco Papa, Vice Direttore Generale di UniCredit e Responsabile della Divisione Corporate & Investment Banking, tranquillizza gli investitori, spiegando che la discesa del titolo è dovuta al calo generale dei listini sui timori per la Brexit. "Non trarrei conclusioni affrettate, in questi giorni è soprattutto il timore della Brexit che abbassa il livello dei titoli in generale", ha detto Papa, spiegando anche che a suo modo di vedere non c'è alcun legame con i tempi necesssari alla sostituzione di Federico Ghizzoni. 

In Borsa Unicredit guadagna lo 0,4%, superando i 2,26 euro ad azione, dopo aver toccato un nuovo minimo storico a 2,2 euro. Secondo quanto riporta La Stampa, tra i grandi soci di Unicredit sta montando il malcontento nei confronti del Presidente Giuseppe Vita per via dei tempi previsti per la successione di Federico Ghizzoni. Vita ha infatti detto il nuovo Ceo sarà nominato entro luglio, ma molti azionisti vorrebbero che ci fosse una guida in tempi molto più brevi, considerato che il mercato sta cominciando a ritenere inevitabile una ricapitalizzazione per Unicredit. E un aumento di capitale sarebbe certamente da evitare in un momento come quello attuale.

Non è certo un buon momento per le banche italiane in Borsa, specie nel momento in cui i mercati si muovo al ribasso per i timori di una Brexit. A soffrire in particolare è anche Unicredit. Non solo quindi Banco Popolare e Bpm, alle prese il primo con un aumento di capitale propedeutico a un’aggregazione con la seconda, e Mps, ancora in cerca di un partner per il futuro, soffrono sul Ftse Mib. Unicredit ha toccato ieri un nuovo minimo storico a 2,25 euro, chiudendo la seduta con un calo superiore al 5%. La capitalizzazione della La banca di piazza Gae Aulenti sta scendendo a vista d’occhio e si susseguono per questo i rumors sulla necessità di un aumento di capitale. Unicredit sta facendo poi i conti con il cambio al vertice dopo le dimissioni di Federico Ghizzoni. Un cambio che per molti osservatori sta avvenendo fin troppo lentamente, anche in considerazione della difficile situazione contingente del settore. Barclays ieri ha evidenziato come il nuovo Ceo dovrà per forza di cose affrontare il tema del rafforzamento del capitale e ha individuato in 2,70 euro il target price delle azioni Unicredit.

© Riproduzione Riservata.