BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RISULTATO BREXIT/ La "reazione a catena" che spazza via Ue e Italia

Pubblicazione:venerdì 24 giugno 2016

Infophoto Infophoto

Lo scontro politico sul dopo-Brexit già s'infiamma a Londra, con il leader ideologico del fronte anti-Europa, Nigel Farage, che intima al premier Cameron di dimettersi e il Labour che lo accusa di voler spaccare il Paese su tutto, dopo averlo spaccato su Bruxelles. Ma Farage è il vincitore, senza se e senza ma. Definisce questo 24 giugno come "l'Indipendence Day".

Un giorno dell'indipendenza che lascia un'Europa, anzi un mondo, dove - non per colpa sua - è chiaro che i marziani veri siamo noi, tutti un po' più alieni di ieri gli uni verso gli altri.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
24/06/2016 - Il popolo ha detto. (Giuseppe Fortini)

Il popolo non ha grande potere sulle cose di tutti i giorni -il diametro dei piselli, la curvatura delle banane e l'obbligo di adeguare le leggi nazionali su questioni etiche a quello che hanno voglia di fare gli altri stati-, ma quando la corda viene tirata troppo, si rompe. Gli Inglesi si sono rotti. Non è il caso di mandare via da Bruxelles tutti questi rappresentanti di lobby scollegate dai popoli (o dal popolo europeo, come preferite) che, attenti a interessi particolari, semplicemente non guardano la realtà e pretendono di piegarla alle loro idee? L'esempio eclatante è sempre quello delle "radici cristiane" dell'Europa. Non è questione di obbligare tutti ad essere cristiani, ma i fatti sono fatti, inutile pretendere che non esistano (piaccia o non piaccia, positivi o negativi che siano). Purtroppo questo modo puramente ideologico di agire è delle persone che sono lì, quindi bisogna cambiare queste persone. O prendere decisioni dando il giusto peso alle loro idee. E questo è da decenni che non succede. E il popolo (inglese) ha deciso, operando non col bisturi (strumento dei politici) ma con la mannaia (strumento del popolo). Quando i bisturi non bastano, si passa drammaticamente all'amputazione. Basteranno i bisturi rimasti nella cara Europa ad evitare altre amputazioni?

 
24/06/2016 - Brexit (delfini paolo)

Hanno fatto bene gli inglesi ad abbandonare la ue,che è ormai un mero strumento in mano alla speculazione finanziaria che sta spolpando i popoli Europei facendo lievitare a dismisura i patrimoni di pochi "eletti".Adesso inizi anche lo smantellamento dell'eurozona e si ritorni alla sovranità monetaria per ciascuna Nazione Europea.Serve un'alleanza dei Popoli Europei che abbia come finalità lo sviluppo del nostro Continente e non un comitato d'affari che fa solo gli interessi degli squali, europei e non.