BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a +1,68%. Patuelli: banche italiane non sono quelle che hanno sofferto di più la Brexit

Pubblicazione:martedì 28 giugno 2016 - Ultimo aggiornamento:martedì 28 giugno 2016, 17.38

Infophoto Infophoto

MPS NEWS (aggiornamento delle ore 17:35) Piazza Affari chiude in rialzo del 3,3% e Mps termina la giornata con un +1,68% che porta il titolo poco sopra i 40 centesimi. Antonio Patuelli ha intanto dietto che le banche che hanno più sofferto dalla Brexit "non sono quelle italiane". "Ora è in atto una speculazione ma in questi casi bisogna ragionare a sangue e cervello freddo e non bisogna pensare che le quotazioni di Borsa siano il Vangelo", ha aggiunto il Presidente dell'Abi. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 14:35) Piazza Affari aumenta il suo rialzo e Mps sale del 4,9%, sopra i 41 centesimi ad azione. Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo, ha detto che la sua banca non intende partecipare a ulteriori aumenti della dotazione del Fondo Atlante, spiegando che prima di parlare di un fondo bis è bene far funzionare bene quello che già esiste e che ancora non è intervenuto sui crediti deteriorati. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 9:10) Piazza Affari si muove in rialzo e Mps sale dell'8,1%, superando i 42 centesimi ad azione. Secondo Il Messaggero, il Fondo Atlante si starebbe preparando ad acquistare i crediti deteriorati di Montepaschi. Dopo la Brexit ci sarebbe stata un’accelerazione su questa operazione che potrebbe valere un miliardo di euro. Ieri sarebbe in particolare stata chiusa un gara di Atlante per individuare un “master servicer”, ovvero un responsabile della gestione dei non performing loans.



© Riproduzione Riservata.