BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a -2,87%. L'Unc si schiera contro il dl banche

Vediamo le notizie del giorno su Mps: dall'andamento del titolo in Borsa alle news e ai rumors pubblicati su agenzie e quotidiani riguardanti Montepaschi e le altre banche italiane

Lapresse Lapresse

Piazza Affari chiude in rialzo del 2,21% e Mps cede il 2,87%, scendendo sotto i 39 centesimi ad azione. L'Unione nazionale consumatori si schiera contro il dl banche appena convertito in legge, in particolare per quel che riguarda i rimborsi dei risparmiatori azzerati. "È inaccettabile costringere il consumatore a giocare alla roulette russa, scegliendo preventivamente se rinunciare ai suoi diritti, accettando l'80% di quanto ha perso, oppure giocare il terno al lotto dell'arbitrato, sperando di vincere. Un dilemma del prigioniero vergognoso", ha detto Massimiliano Dona, Segretario dell'Unc. Mentre Piazza Affari continua a muoversi in rialzo, Mps cede il 2%, scendendo sotto i 40 centesimi ad azione. La Camera dei deputati, con 287 voti a favore e 173 contrari (3 gli astenuti), ha dato il via libera al dl banche, che dopo l'approvazione del Senato è quindi legge. Nel provvedimento sono contenute le nuove procedure per il recupero dei crediti e il rimborso automatico all'80% per gli obbligazionisti di Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti e CariFerrara.  Piazza Affari si muove in rialzo e Mps sale del 2,9%, sopra i 41 centesimi ad azione. Secondo quanto riporta Milano Finanza, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza, nonostante la vicinanza territoriale e la quota in esse possedute da Fondo Atlante, non dovrebbero aggregarsi ma restare separate. Resta comunque da risolvere per entrambe il problema dei crediti deteriorati, con le sofferenze nette che hanno complessivamente superato i 3,5 miliardi di euro.

© Riproduzione Riservata.