BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Canone Rai/ News oggi 9 giugno 2016, ultime notizie: autocertificazione, il chiarimento dell'Agenzia delle Entrate

Canone Rai 2016 news con le novità riguardanti il pagamento della tassa sulla tv da quest’anno direttamente in bolletta e le ultime notizie sull’azienda televisiva di Stato

Infophoto Infophoto

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE. AUTOCERTIFICAZIONE, IL CHIARIMENTO DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE (OGGI, 9 GIUGNO) Dall’Agenzia delle Entrate arriva un messaggio rassicurante per coloro che hanno chiesto l’esenzione dal Canone Rai in bolletta attraverso l’autocertificazione e non con l’apposita dichiarazione sostitutiva. Attraverso il quotidiano La Stampa, l’Agenzia comunica che “tutte le dichiarazioni sostitutive relative al canone Tv, anche quelle presentate dal 1° gennaio al 24 marzo, sono valide, a patto che contengano tutte le informazioni richieste ai fini dell’esenzione. Inoltre, l’Agenzia delle Entrate, proprio per venire incontro ai contribuenti nella prima fase di avvio delle nuove modalità di pagamento del canone, ha provvisoriamente accettato anche le dichiarazioni che presentano errori o incoerenze, sospendendo temporaneamente eventuali addebiti del canone nelle fatture elettriche, in attesa di richiedere ai contribuenti gli opportuni chiarimenti e, laddove necessario, un’integrazione delle informazioni riportate nell’autocertificazione”. 

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA, NOVITÀ NEWS E ULTIME NOTIZIE. ESENZIONE: PRESENTATE OLTRE 800.000 DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE (OGGI, 9 GIUGNO) Arrivano dati interessanti relativi all’esenzione dal Canone Rai in bolletta. Rossella Orlandi ha infatti detto in audizione alla Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria che al 16 maggio sono state presentate 817.000 dichiarazioni sostitutive per non versare l’imposta, di cui 220.000 con modalità telematica. La numero uno dell’Agenzia delle Entrate ha anche spiegato che sono stati fatti “i salti mortali” per riuscire a consegnare alle aziende elettriche i dati relativi agli italiani che hanno chiesto l’esenzione. La Orlandi ha anche ricordato che le dichiarazioni presentate dopo il 16 maggio garantiranno l’esenzione solamente per il secondo semestre dell’anno, comportando quindi l’addebito di 50 euro in bolletta.

Resta tuttavia da chiarire cosa succederà agli italiani che hanno mandato l’autocertificazione prima del 24 marzo, quando non esisteva ancora il modulo predisposto dall’Agenzia delle Entrate. Dopo la pubblicazione del decreto Mise in Gazzetta Ufficiale l’Unc aveva infatti segnalato che corrono il rischio di vedersi comunque addebitare il canone, nonostante quanto la stessa Agenzia delle Entrate avesse detto.

© Riproduzione Riservata.