BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

POVERTÀ / Da settembre 320 euro al mese per le famiglie in difficoltà

Povertà, la sperimentazione della Carta Sia (Sostegno Inclusione Attiva) effettuata in 12 grandi città a partire dal mese di settembre sarà allargata a tutto il Paese.

Il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti (LaPresse) Il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti (LaPresse)

A partire dal prossimo mese di settembre scatta il piano anti povertà del Ministero del Lavoro che mette a disposizione delle famiglie italiane più deboli fino a 320 euro al mese da spendere nei supermercati per l’acquisto di beni di prima necessità. La misura prende il nome di Sostegno per l’inclusione attiva e stando ai numeri resi noti dallo stesso Ministero del Lavoro, dovrebbe riguardare da 180 mila a 220 mila nuclei familiari (praticamente un milione di cittadini italiani di cui il 50% sono minorenni). I 320 euro verranno messi a disposizione per mezzo della Carta SIA (Sostegno Inclusione Attiva) che già in questi mesi è stata oggetto di una sperimentazione in 12 grandi città. Si tratta di una carta di pagamento elettronico con cui si avrà ogni mese precaricata la cifra che dovrà essere spesa esclusivamente per beni di genere alimentare o di prima necessità. Il Ministero nel corso della conferenza stampa di lancio ha sottolineato: “Con la Carta si possono effettuare acquisti in tutti i supermercati, negozi, alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard. Inoltre può essere utilizzata negli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas e da diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati nei negozi e nelle farmacie convenzionate”.

© Riproduzione Riservata.