BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NOTIZIE MPS/ In Borsa chiude a -1,89%. Credit Suisse: alle banche italiane servono 30 miliardi per gli Npl

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Lapresse  Lapresse

MPS NEWS (aggiornamento delle ore 17:35) Piazza Affari chiude la giornata con un +0,54% e Mps termina la seduta a -1,89%, restando sotto i 32 centesimi ad azione. Per Credit Suisse il settore bancario italiano ha bisogno di almeno 30 miliardi di euro per risolvere i suoi problemi relativi ai crediti deteriorati. "Al momento stimiamo che il fondo Atlante potràcomprare fino a 18 miliardi  di Npl, ma per risolvere opportunamente il problema delle banche italiane servono non meno di 30 miliardi", si legge in un report della banca d'affari elvetica. La quale oggi ha cominciato a coprire anche Montepaschi, dando un rating "underperform". MPS NEWS (aggiornamento delle ore 15:45) Piazza Affari è ancora in lieve rialzo e Mps cede il 2,5%, restando sempre sotto i 32 centesimi ad azione. Secondo quanto scrive Repubblica, il Governo starebbe anche pensando di incentivare le banche a partecipare al salvataggio di Mps contribuendo al nuovo Fondo Atlante attraverso degli sconti fiscali per ammortizzare i crediti in sofferenza già con la prossima Legge di stabilità. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 13:50) Piazza Affari è ancora in rialzo e Mps, dopo una sospensione per eccesso di ribasso, cede il 3%, avvicinandosi a 31 centesimi ad azione. Secondo Il Sole 24 Ore, domani il cda di Montepachi esaminerà il dossier sui crediti deteriorati che dovrebbe fare il punto in vista di un altro vertice societario cruciale, quello del 29 luglio, quando saranno resi noti i risultati degli stress test bancari. Secondo uno studio di Mediobanca citato dal quotidiano, Mps avrebbe bisogno di un aumento di capitale da 1 a 4 miliardi di euroMPS NEWS (aggiornamento delle ore 11:10) Piazza Affari è in rialzo, ma Mps cede il 2%, scendendo sotto i 32 centesimi ad azione. Secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, Montepaschi potrebbe cedere Antonveneta, in modo da rendere meno dispendioso l'intervento del nuovo Fondo Atlante sui crediti deteriorati della banca. Il quotidiano milanese ha ipotizzato che ad acquistare gli sportelli di Antonveneta possa essere Ubi Banca. Tuttavia in mattinata, stando a quanto riporta Mf-Dow Jones, un portavoce di Ubi Banca avrebbe detto che l'istituto non ha mai preso in considerazione tale operazione. MPS NEWS (aggiornamento delle ore 9:10) Piazza Affari si muove in rialzo e Mps sale dello 0,9%, avvicinandosi ai 33 centesimi ad azione. A quanto scrive Il Messaggero, il piano per mettere in sicurezza Montepaschi potrebbe essere messo in moto entro il 29 luglio, con la “sistemazione” di crediti deteriorati per 10 miliardi e l’annuncio di un aumento di capitale. Resta da capire quale posizione terrà la Bce: se sarà troppo rigida potrebbe non essere possibile mettere in atto il piano preventivato creando non poche difficoltà.



© Riproduzione Riservata.