BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

Borsa Italiana oggi/ Milano, news: chiusura a +0,17%, Recordati a -2,73% (oggi, 12 agosto 2016)

Borsa italiana news, gli aggiornamenti sull'andamento di Piazza Affari e le ultime notizie dal mondo finanziario. Le news sulle azioni più importanti del mercato italiano

LapresseLapresse

Piazza Affari chiude a +0,17%, appena sotto i 17.000 punti. Sul listino principale troviamo in rosso solamente Bper (-1,4%), Enel (-0,15%), Generali (-0,66%), Italcementi (-0,09%), Moncler (-0,19%), Prysmian (-0,55%), Recordati (-2,73%), Snam (-0,49%), Telecom Italia (-0,25%), Terna (-0,33%), Unipol (-1,38%) e UnipolSai (-0,65%). Sul fronte dei rialzi, invece, si mettono in evidenza Atlantia (+1,79%), Azimut (+1,1%), Mps (+1,25%), Buzzi (+2,3%), Exor (+1,29%), Fineco (+1,33%), Saipem (+1,61%), Ubi Banca (+1,35%), Unicredit (+1,05%) e Yoox (+1,89%). Fuori dal listino principale Carige chiude a +3,39%. Il cambio euro/dollaro si avvicina a quota 1,12, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 115 punti base. 

Piazza Affari guadagna lo 0,2% e sul listino principale si notano i rialzi di Atlantia (+1,5%), Mps (+2,4%), Buzzi (+1,5%), Cnh Industrial (+1,6%), Ubi Banca (+1,5%) e Yoox (+1,9%). I ribassi più ampi sono invece quelli di Generali (-0,8%), Recordati (-2,1%) e Unipol (-1,3%). Fuori dal listino principale Carige sale del 4%, mentre Banzai cede il 3,5%. Il cambio euro/dollaro si attesta a quota 1,115, mentre lo spread tra Btp e Bund risale sopra i 115 punti base. 

Piazza Affari guadagna lo 0,3% e sul listino principale troviamo in rosso solamente Bpm (-0,3%), Generali (-0,2%), Italcementi (-0,1%), Poste Italiane (-0,1%), Recordati (-0,7%), Terna (-0,1%), Unipol (-0,7%) e UnipolSai (-0,3%). Tra i rialzi si notano quelli di Mps (+2,2%), Buzzi (+0,8%), Fca (+1%), Mediaset (+0,9%), Fineco (+0,9%), Saipem (+1,1%), Unicredit (+1,1%) e Yoox (+1%). Fuori dal listino principale Technogym sale del 3,3%, Conafi Prestito del 3,3%, mentre Cir cede l’1,7%. Il cambio euro/dollaro si trova sopra quota 1,115, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 115 punti base. 

La Borsa Italiana è a un passo dai 17.000 punti e oggi sono attesi diversi dati macroeconomici. In particolare quelli sul Pil di Germania, Italia e di tutta l’Ue. Nel pomeriggio arriveranno i dati relativi alle vendite al dettaglio americano, e successivamente sarà la volta dell’indice fiducia dei consumatori statunitensi calcolato dall'Università del Michigan. La giornata di ieri ha visto il Ftse Mib chiudere con un +1,06%, sopra i 16.900 punti. Gli analisti sono concordi nel ritenere che Milano potrebbe essere alle soglie di una perforazione al rialzo di quota 17.000, supporto alquanto interessante sia sul piano psicologico, che su quello teorico, relativamente "all’analisi tecnica" delle banche d’affari. Ottimo il rialzo di Unicredit (+2,15% a 2,094 euro). Da segnalare l’ottimo balzo di Telecom Italia (+4,43%), Campari (+4,63%) e Salini Impregilo (+5,49%).

Sotto il punto di vista dei dati macroeconomici spunti interessanti durante la giornata sono giunti da oltreoceano, prima la "spinta" del rialzo del prezzo del petrolio, (giunto a 43 dollari al barile) poi la visione di dati alquanto ottimistici sul fronte occupazionale americano. I sussidi di disoccupazione evidenziano un calo, seppur contenuto, quest’ultimo legato all’indice dei prezzi che continua a salire, fanno ben pensare sulla ripresa del mercato del lavoro americano, che storicamente ha fatto da "traino" a tutto il mondo. Valutazioni sono state fatte inoltre dalle grandi banche d’affari riguardo il calo del rendimento dei titoli di stato italiani, l’abbassamento di quest’ultimi potrebbe portare un notevole risparmio ai conti dello Stato, cosa che consolida il "sistema Italia. A questo proposito lo spread tra Btp e Bund è rimasto sotto i 120 punti base.

© Riproduzione Riservata.