BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRESCITA ZERO/ Sapelli: la soluzione alla crisi che nessuno vuole ascoltare

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

L'unica soluzione per spezzare questo circolo vizioso è l'aumento della domanda interna attraverso una riduzione del gravame fiscale, un abbassamento delle rendite improduttive, un innalzamento dei salari. Ma questo insegnamento tutti fanno finta di non sentirlo. Pensate al contratto dei metalmeccanici, che non si chiude perché Federmeccanica vuole applicare gli aumenti solo ai lavoratori che hanno i salari al di sotto dei minimi contrattuali, ossia che son rimasti al di sotto del tasso di inflazione (oggi!) . Ma se siamo in una situazione deflattiva è evidente che se non si vuole a parole affamare i lavoratori si vuole però distruggere l'industria e affamarli di fatto i lavoratori. E questo perché non si comprende che per aumentare la produttività, prima delle tecnologie e delle tecniche organizzative, bisogna garantire la riproducibilità della forza lavoro. 

Nessuno ascolta più la saggezza dei grandi economisti. La scienza economica si è, sin dal tempo dei classici, ossia di Malthus, accapigliata sul fatto se la causa della crisi fosse da ricercarsi nel sottoconsumo, a causa di bassi salari e di crisi demografica, con conseguente caduta del tasso di profitto e alta disoccupazione (tesi di Malthus, Marx e Heckscher e dell'oggi più noto Alvin Hansen), oppure se essa risiedesse, come riteneva, da buon liberal, Sir Keynes, nella carenza d'investimenti. Oggi possiamo ben dire che questi giganti più o meno possenti, ma tutti giganti rispetto ai nani neoclassici odierni, avevano ragione tutti e che, nel contempo, hanno torto tutti gli altri economisti di serie B, i neoclassici appunto, che ci hanno portato, con le loro politiche economiche, a questo punto.

 

(Vi prego di leggere durante le vacanze:

Alvin H. Hansen, Business Cycles and National Income. London: Allen and Unwin, 1964.

Eli Heckscher, International Trade, and Economic History, Findlay Ronald, Rolf G. H. Henriksson, Håkan Lindgren and Mats Lundahl, eds., The MIT Press, 2007.

John Maynard KeynesTeoria generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta, a cura di Terenzio Cozzi, Torino, UTET, 2006,.

Thomas Robert MalthusPrinciples of Political Economy, VDM Verlag, 2007. 

Karl MarxIl Capitale - libro III, a cura di Maria Luisa Boggeri, Roma, Editori Riuniti, 1977, pp. 259-281.

Sarete contenti, capirete di più…)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.